Cronaca
Commenta

Martedì da incubo per i pendolari: soppressioni e ritardi di oltre un'ora

Non c’è pace neppure in periodo di festa per i pendolari cremonesi, che ieri hanno vissuto l’ennesima odissea sulla via del ritorno nel Cremonese. I problemi, come solito, hanno riguardato la linea Milano-Cremona-Mantova. I problemi in realtà erano iniziati già dalla tarda mattinata lungo il tratto Cremona-Codogno, dove buona parte dei convogli è stata soppressa e sostituita da un autobus: si tratta essenzialmente dei convogli delle 10.21, delle 12.10, delle 13.37 (quest’ultimo senza sostituzione con autobus), delle 16.10.

Le cose sono peggiorate a metà pomeriggio, quando a causa di un guasto di un passaggio a livello tra Casalbuttano e Soresina diversi convogli tra Cremona e Treviglio hanno subito ritardi o addirittura soppressioni. Per il Cremona-Treviglio delle 16.43 sono stati 71 i minuti di ritardo accumulati, mentre il Treviglio-Cremona delle 17.07 ha viaggiato è giunto a destinazione 55 minuti dopo. Soppressi invece quelli delle 18.43 e delle 20.07. Problemi anche per il Milano-Mantova delle 20.20, partito circa un’ora dopo.

LaBos

© Riproduzione riservata
Commenti