Commenta

Corso di laurea in cosmesi
Malvezzi: 'Obiettivo,
partire nell'autunno 2017'

Esito dell’incontro assolutamente positivo: non solo si è registrata la volontà di tutti ad avviare un percorso accademico a supporto della Cosmesi, ma c’è stata anche totale sintonia sulle modalità e sui tempi con cui raggiungere l’obiettivo”.
Lo ha detto il consigliere regionale Carlo Malvezzi, che ha coordinato, questa mattina, il tavolo di confronto tra alcune aziende cremasche del settore cosmetico e l’università Statale di Milano, rappresentata dal Magnifico Rettore, Gianluca Vago, dal prorettore alla didattica, Giuseppe De Luca e da Nello Scarabottolo, responsabile della sede cremasca dove si è svolto l’incontro. Presenti anche il presidente degli Industriali, Umberto Cabini e quello di Camera di Commercio, Giandomenico Auricchio; il sindaco Stefania Bonaldi e gli assessori comunali Morena Saltini e Attilio Galmozzi. 
“Il Rettore Vago – ha spiegato Malvezzi – ha garantito piena e massima disponibilità ad avviare qui a Crema una laurea triennale di tipo professionalizzante, cioè con un fortissimo livello di alternanza scuola/lavoro, che prevede un progressivo aumento dell’orario svolto dagli studenti in azienda. Quest’ultima diventa così un vero e proprio soggetto formatore, non più solo lo sbocco professionale degli allievi a fine percorso. Un tipo di laurea sperimentata già a Milano nel settore informatico con la collaborazione di Assolombarda, che ha garantito esiti occupazionali altissimi. L’altra grande novità – ha chiarito ancora Malvezzi – è che le competenze del profilo in uscita dal nuovo corso saranno indicate dalle aziende stesse in un lavoro che le vederà al tavolo con l’Università e con l’associazione che rappresenta i migliori brand della cosmesi, cioè ‘Cosmetic Italia’. Del resto, l’esigenza di formare nuove leve con competenze moderne e adeguate ai nuovi modelli di business è arrivata proprio dalle aziende: sono loro a conoscere quale bagaglio tecnico far acquisire agli studenti. E l’intento di realizzare un corso che abbia un respiro internazionale è dimostrata dal fatto che le lezioni si svolgeranno anche in inglese”.
Unità di vedute anche su modalità e tempi per raggiungere l’obiettivo. “A metà gennaio – ha precisato Malvezzi – partirà un tavolo di lavoro tra le aziende, l’associazione ‘Cosmetic Italia’ e l’Università per comporre il profilo del corso accademico. I tempi di lavoro preventivati sono 4 o 5 mesi. L’obiettivo è avviare la nuova offerta dall’autunno del 2017”.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti