Cultura
Commenta

Studenti dello Sraffa in visita a Palazzo Benzoni per 'scoprire' i Promessi Sposi

Studiare a scuola i Promessi Sposi e accorgersi che anche a Crema esiste qualche riferimento storico: è quello che hanno sperimentato gli studenti della classe 2 D del corso enogastronomico e servizi commerciali dell’istituto Sraffa, che nei giorni scorsi hanno visitato Palazzo Donati. Edificio risalente al sedicesimo secolo, costruito da Socino Benzoni da cui discende quel Francesco Bernardino Visconti, che diventerà l’Innominato, il personaggio presente nell’opera del Manzoni.

In realtà l’Innominato, nacque a Brignano Gera d’Adda, ma per alterne vicende più volte trovò accoglienza presso la casa materna a Crema, proprio in questo palazzo a pochi passi dal Duomo. Dell’antico edificio cinquecentesco – ha sottolineato la proprietaria del palazzo Severina Donati De Conti, che ha fatto da guida agli studenti – resta il muro in mattoni che costeggia la strada laterale, nel quale si possono intuire le originarie aperture circolari, successivamente chiuse.

Gli studenti hanno visitato l’edificio seguendo le descrizioni di Severina Donati relative a storia, architettura e famiglie che hanno vissuto nei vari secoli. Il percorso si è completato con la visita all’ala est, dove è stato possibile ammirare gli affreschi di Giuseppe Levati, che ricoprono interamente soffitti e pareti dei locali, le cui finestre affacciano sulla piazza del teatro san Domenico. Studenti e docenti hanno ringraziato per la disponibilità la proprietaria del palazzo, che può essere visitato gratuitamente dalle scolaresche.

© Riproduzione riservata
Commenti