Commenta

Ancora Pm sopra la soglia:
l'anticiclone favorisce
accumulo degli inquinanti

Anche ieri le centraline della rete di monitoraggio della qualità dell’aria di Arpa Lombardia hanno registrato valori di Pm10 superiori ai 50 µg/m3 in gran parte della regione.

Anche Crema è nuovamente ben oltre la soglia: ieri le Pm10 hanno toccato i 98 µg/m3; mentre le Pm2.5 sono arrivate a 78 µg/m3.

Le attuali condizioni meteorologiche stanno favorendo l’accumulo degli inquinanti per più giorni consecutivi, in particolare sulle aree pianeggianti della Lombardia. Il vasto campo anticiclonico che si estende sull’Europa determinerà fino all’inizio della prossima settimana giornate stabili con assenza di precipitazioni: poco nuvoloso in montagna, nuvolosità bassa con formazione di foschie e nebbie in pianura in parte persistenti, specie dalla giornata di domani, sabato. Oggi scarsa ventilazione nei bassi strati, debole o moderata in montagna. Domani, in pianura venti inizialmente deboli variabili, dal mattino tendenti a disporsi da ovest nordovest, con rinforzi su mantovano. Secondo le previsioni del Servizio Meteorologico di ARPA Lombardia le condizioni meteorologiche permangono quindi variabili o favorevoli all’accumulo degli inquinanti fino almeno alla giornata di lunedì.

In tutti i capoluoghi lombardi, con l’eccezione di Lecco e Varese, le concentrazioni di PM10 misurate dalle stazioni della rete di rilevamento dell’Agenzia hanno superato ieri il limite  50

Questi i valori di PM10 più alti registrati ieri nei capoluoghi:

BG        69

BS         76

CO        61

CR         82

LC         33

LO         65

MI         89

MB        92

MN        57

PV          84

SO          51

VA          40

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti