Cronaca
Commenta

Marocchino pirata della strada arrestato per furti allo Zanzibar

Il marocchino che a ottobre aveva investito con la bicicletta una donna che passeggiava in piazza Duomo è stato denunciato anche per i diversi furti compiuti ai danni del locale “Zanzibar”.

L.S., 28enne, disoccupato, irregolare e senza fissa dimora, aveva ferito un’insegnante che passeggiava per le vie del centro. Nelle fasi d’arresto i carabinieri avevano notato che l’uomo presentava una ferita sanguinante a un braccio e, avendo poco prima effettuato un sopralluogo allo Zanzibar per la denuncia di furto di diverse bottiglie di alcolici, i militari hanno pensato di confrontare il sangue del marocchino con quello rinvenuto nel locale notturno. Non solo, l’uomo portava scarpe da tennis simili a quelle che avevano lasciato un’impronta sul pavimento del discopub.

L’esito degli esami biologici è stato positivo e ha permesso i stabilire che L.S. fosse l’autore non solo di quel furto, ma, dato il medesimo modus operandi riconosciuto dai carabinieri, anche di due precedenti, sempre ai danni dello Zanzibar.

Nei confronti di L.S., sul quale già pendevano diversi ordini di espulsione, è stata chiesta l’applicazione di una misura di sicurezza detentiva alla Procura della Repubblica di Cremona al termine della quale, all’atto della scarcerazione, verrà espulso dal territorio nazionale, al fine di evitare che chi delinque clandestinamente permanga sul territorio nazionale.

ab

© Riproduzione riservata
Commenti