Ultim'ora
Commenta

Ondata di maltempo,
allerta arancione per
rischio idrico sul territorio

La città si è svegliata sotto la pioggia battente e la protezione civile è già pronta per ogni evenienza. E’ stata la Sala operativa della Protezione civile di Regione Lombardia a lanciare l’allerta già dalla mezzanotte, a causa dell’ondata di maltempo che ha investito la regione, con un codice allerta arancione (ossia moderata criticità), che per la nostra provincia riguarda il rischio idraulico, idrogeologico, di temporali forti e di vento forte.

Intanto i primi effetti del maltempo hanno iniziato a farsi sentire. Nella prima mattina, un incidente in tangenziale, alla rotonda di via Persico, tra un’auto e un mezzo pesante (fortunatamente senza feriti) ha provocato lunghe code, soprattutto per chi era diretto verso via Mantova.

Dal punto di vista operativo, la Regione suggerisce ai territori coinvolti di “prestare attenzione e un’adeguata attività di sorveglianza: agli scenari di rischio idrogeologico e idraulico, ai significativi innalzamenti dei livelli idrici con interessamento di arginature, fenomeni di erosione spondale e possibili effetti di esondazione, che potrebbero determinare pericolo per la sicurezza e integrità di beni e persone, come, a esempio, interruzioni della rete stradale e/o ferroviaria in prossimità di impluvi e a valle di frane e colate di detriti o in zone depresse in prossimità del reticolo idrico; danni e allagamenti a singoli edifici o centri abitati, infrastrutture, edifici e attività agricole, cantieri, insediamenti civili e industriali interessati da frane o da colate rapide; allagamenti di locali interrati e di quelli posti a pian terreno lungo vie potenzialmente interessate da deflussi idrici; danni alle opere di contenimento e regimazione dei corsi d’acqua; danni a infrastrutture, edifici e attività agricole, cantieri, insediamenti civili e industriali situati in aree inondabili; danni agli attraversamenti fluviali in genere con occlusioni, parziali o totali, delle luci dei ponti dei corsi d’acqua minori e maggiori; danni a beni e servizi”.

IL METEO – Secondo i meteorologi lombardi, un’ampia saccatura di origine atlantica in avvicinamento sul bacino occidentale del Mediterraneo sta determinando un flusso umido e relativamente più caldo dai quadranti meridionali. Si avranno quindi precipitazioni diffuse via via più intense durante la giornata. La fase acuta è prevista tra il primo pomeriggio di venerdì 14, fino alla prima mattina di sabato 15, per poi esaurirsi gradualmente. Nella fase più intensa, sulla bassa pianura aumenterà l’intensità del vento.

© Riproduzione riservata
Commenti