Commenta

AC Crema batte 3-2 la
capolista. Montanini:
'Grande prova di carattere'

L’AC Crema onora il Voltini con una prestazione energica ed emozionante che mette ko la capolista Merate.

Un 3-2 meritato che ha visto i nerobianchi subire un gol rocambolesco subito dopo il fischio d’inizio. Il numero 10 Musella entra in area e intercetta un corner mettendo la palla in rete. Il Crema accusa il colpo ma tenta di reagire con un’occasione di Marrazzo al decimo minuto. Nulla da fare. Intanto la lotta infuria a centrocampo. Un match molto fisico: cinque ammoniti solo nella prima frazione. Per il Crema Scetti, Donnarumma e Pedrocca. Per il Merate Bonacina e Zorloni.

E’ un Crema più concreto e offensivo quello che entra in campo nel secondo tempo. Mister Montanini schiera il veterano nerobianco Cantoni e l’ex primavera dell’Inter Daniele Capelloni. Al 5’ Marazzo fa un’incursione davanti alla porta di Maino, finisce a terra e l’arbitro Agostoni alza il cartellino rosso per il gialloblu Zorloni già ammonito nel primo tempo. Il numero 9 del Crema si incarica di tirare il calcio di rigore e non sbaglia. Il Crema ottiene il pareggio mentre il Merate si ritrova a giocare in dieci. Mister Villa sostituisce Musella con Ndri Yann. E poi, al 14’, Pinto con Conte. Al 18’ va in scena il miracolo del portiere nerobianco Alvigini che vola a mezz’aria intercettando un pallone letale dopo un grave errore difensivo. Al 23’ è Pagano che aggancia un lancio lungo e confeziona una ‘rasoiata’ imprendibile. Pubblico del Voltini in fiamme per l’idolo locale e Il Crema passa in vantaggio: 2-1.

Ma al 30’ un Merate determinato pareggia su rigore dopo un’uscita a vuoto di Alvigini. Abdalla fulmina il portiere nerobianco: 2-2. Cala il gelo sullo stadio cittadino. Al 35’ Montanini manda in campo Zenga al posto di Pagano per contrastare la fisicità debordante dei giocatori gialloblu. Il Crema si fa più pericoloso. Al 41’ Marrazzo si procura un altro calcio di rigore. E’ lo stesso ‘Carminator’ che si fa avanti e sfiora d’esterno la palla che si alza lentamente ingannando il portiere Maino. Il Crema sigla il 3-2. E’ il risultato finale. Il Crema sale a 8 punti e conquista il secondo posto nella classifica del campionato di Eccellenza girone B. Marrazzo è il capocannoniere con 5 reti segnate.

Il commento di mister Montanini al termine di un match che lancia il Crema verso la vetta: “Nel primo tempo siamo stati penalizzati da un gol inaspettato nei primi minuti di gioco. Abbiamo subito il contraccolpo psicologico. E’ inutile negarlo. Ma non ci siamo dati per vinti e nel secondo tempo, grazie a Cantoni e Capelloni, ho visto un Crema a trazione anteriore che ha beneficiato della grande concretezza di Marrazzo e della splendida conclusione di Pagano. Zenga ha fatto il suo dovere portando un contributo importante sul piano fisico. Ho visto un Crema determinato e non disposto a mollare davanti al suo pubblico. E’ emesso il carattere di questi ragazzi che hanno lottato fino all’ultimo”.

© Riproduzione riservata
Commenti