Ultim'ora
Commenta

Sì a piano industriale Lgh da
242 milioni: Investimenti in
ambiente, teleriscaldamento

E’ stato approvato dal cda di Linea Group Holding il piano industriale 2016-2020. Tra gli obiettivi del business plan ci sono il pieno rilancio industriale del Gruppo e delle sue società, anche grazie alle sinergie messe a punto con A2A, ed il rafforzamento del suo radicamento territoriale nel Sud Lombardia. Il piano prevede circa 242 milioni di euro di investimenti, e un incremento al 2020 del mol di oltre 40 milioni (da quasi 80 milioni a oltre 120), per effetto della collaborazione con A2A e delle nuove iniziative industriali di sviluppo.

Il piano prevede, nel dettaglio, 70 milioni di investimenti nelle reti, 15 milioni nell’ambiente e 16 milioni nel teleriscaldamento. Tra gli altri punti qualificanti il mantenimento delle sedi territoriali e la salvaguardia dei livelli occupazionali, con 100 nuove assunzioni in arco piano. “Gli obiettivi industriali del piano sono sicuramente sfidanti, ma coerenti con le reali potenzialita’ di Lgh e delle sue societa’ ed in linea con i contenuti della partnership A2A-Lgh” ha sottolineato l’ad di Lgh, Massimiliano Masi “Linea Group dovrà ricercare l’eccellenza in tutti i settori nei quali opera, lavorando a più stretto contatto con i territori e con gli attori pubblici e privati dello sviluppo locale e, in particolare, pubblica amministrazione e mondo delle imprese, e mantenendo elevata la qualità dei servizi erogati ai cittadini”.

La sfida dei prossimi anni, secondo il presidente Antonio Vivenzi, è “saper coniugare in azioni concrete e visibili la crescita industriale con la capacità di mantenere salde radici nei territori. Lgh, anche grazie alle partnership con A2a , può rappresentare in Italia un innovativo modello per la gestione dei servizi pubblici locali”. “Questo piano per essere realizzato dovrà poter contare non solo sull’impegno e la professionalità degli oltre 1.300 dipendenti del gruppo ma dovrà pienamente coinvolgere anche le comunità locali a partire dagli oltre 200 Comuni soci” ha detto il presidente. “Per l’autunno prevediamo infatti una sorta di road show di presentazione e di confronto sul nuovo piano industriale nei territori dove opera Lgh. Dobbiamo sapere progettare il futuro insieme alle nostre comunità locali”.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti