Sport
Commenta

Coach Baldiraghi analizza il campionato 2016/2017 dei leoni biancorossi

Si avvicina il momento di tornare al lavoro per la “Pallacanestro Crema”, con il raduno fissato per lunedì 22 agosto. E’ ancora presto per capire quanto potrà ben figurare la compagine biancorossa, anche se il mercato estivo ha dato alcune indicazioni su come potrà essere il prossimo campionato di serie B, almeno nel girone B, quello caratterizzato dalla presenza delle formazioni lombarde. Carico e tonificato dalle recenti vacanze nell’amata Sardegna, nella quale ha anche lavorato alcune stagioni, coach Massimiliano Baldiraghi traccia un’ipotetica griglia di partenza del “gran premio” che scatterà a inizio ottobre.

In un’intervista rilasciata a Marco Cattaneo l’allenatore della squadra biancorossa racconta le sfide che attenderanno i giocatori in campionato, la formazione 2016/2017 e gli obbiettivi dei “leoni cremaschi”.

“Che campionato possiamo attenderci?”

“Il livello del girone B è altissimo, tutte le squadre hanno operato bene sul mercato e sono estremamente competitive. Cinque squadre sono super attrezzate: Orzinuovi, Bergamo, Cento, Piacenza e Urania Milano hanno allestito roster molto forti e credo che tutte abbiano l’ambizione del salto di categoria…una sola andrà agli spareggi promozione e le altre rimarranno deluse”.

“E dietro loro?”

“Oltre alle ‘magnifiche cinque’ anche le altre formazioni si presentano molto competitive: Padovaha confermato il nucleo vincente dello scorso anno aggiungendo un lungo importante comeNobile; Vicenza ha inserito l’esperienza di De Martini e la fisicità di Ianes in un contesto già collaudato; Alto Sebino ha ripreso Centanni, che credo sarà uno dei migliori giocatori del girone; Lecco e Desio sono squadre sempre importanti e quest’ultima, con il ritorno di Torgano, ha fatto un ottimo colpo di mercato”.

“Come vedi la tua formazione?”

“Anche Crema ha lavorato bene in estate, dovendo far fronte all’esigenza di inserire i tre under a referto: sono arrivati Pasqualin, playmaker giovane che ha scelto Crema per continuare il suo percorso di crescita, e i giovani Nicoletti e Bovo che ci daranno entusiasmo e fisicità in allenamento e in partita; poi è arrivato De Min, lungo di talento ed esperienza. Era la nostra prima scelta nel ruolo di quattro e siamo riusciti ad acquisirlo grazie al lavoro del presidente Simone Donarini“.

“L’obiettivo dei leoni biancorossi?”

“Il nostro obiettivo principale in questo ‘girone di ferro’ sarà sicuramente la salvezza immediata senza playout: siamo consapevoli che ripetere il ‘miracoloso’ quinto posto della stagione passata sarà impossibile, ma cercheremo di raggiungere la salvezza il prima possibile, per capire poi se ci sarà margine per ambire a qualcosa di più”.

Già fissati alcuni degli appuntamenti precampionato che dovranno portare Del Sorbo e compagni al top della condizione atletica in vista dell’esordio in campionato il 2 ottobre a Cento.

Il 2 settembre a Treviglio l’esordio in partita con avversaria la prestigiosa formazione locale di Legadue, la Remer, e subito in campo il giorno successivo a Crema con l’Omnia Pavia.

© Riproduzione riservata
Commenti