Commenta

Aereo fuori pista a Orio,
Franco Bordo
presenta interrogazione

Franco Bordo: «Risulta incomprensibile come un fatto del genere possa verificarsi nel nostro Paese».

Lo scorso 5 agosto, alle 4 del mattino, all’aeroporto di Bergamo Orio al Serio, un aereo cargo, in atterraggio durante un forte temporale, ha sbagliato le manovre per l’atterraggio, uscendo di pista e invadendo parte della strada verso Orio. Fortunatamente, dato anche l’orario, nessun veicolo stava che stava circolando in strada è rimasto coinvolto.

L’onorevole Bordo, “deputato di Sinistra Italiana”, ha presentato in merito un’interrogazione parlamentare al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. «Si è sfiorata la tragedia: è solo un caso che l’incidente sia avvenuto in un orario in cui le strade, l’aeroporto e le zone adiacenti l’aeroporto stesso fossero scarsamente frequentate. Risulta incomprensibile come un fatto del genere, la fuoriuscita di un Boeing dall’area aeroportuale con invasione di strade e parcheggio, possa verificarsi nel nostro Paese».

Bordo, nell’interrogazione, chiede: «Quali iniziative il Ministero intende mettere in atto per capire le cause dell’incidente? Sussistono deficit infrastrutturali dello scalo che possano aver causato la fuoriuscita del velivolo dall’area aeroportuale? Le norme di sicurezza sono state rispettate? In che modo il Ministero pensa di seguire la vicenda? C’è l’intenzione di chiedere puntuali resoconti alle indagini in corso presso la Procura di Bergamo? Come intende muoversi il Ministero affinché l’Agenzia nazionale per la sicurezza del volo sia messa in condizione di far luce sull’accaduto in tempi il più possibile rapidi? Quali iniziative il Ministro intende adottare per evitare che episodi del genere possano ancora verificarsi a Orio al Serio, come in qualsiasi altro scalo nazionale, al fine di garantire la sicurezza e l’incolumità dei cittadini residenti nei dintorni, degli utenti e di tutti coloro che per qualsiasi motivo percorrono le strade adiacenti e accedono a tali aree?».

 

© Riproduzione riservata
Commenti