Commenta

Alcol e minori: la polizia
denuncia il titolare di
un pubblico esercizio

In queste ultime ore è scattata una denuncia nei confronti del titolare di un esercizio pubblico per un episodio avvenuto alla fine di maggio, quando un giovane non ancora sedicenne era stato soccorso da un’ambulanza per abuso di spumante e vodka fornitogli dal titolare del locale.
Il dirigente del Commissariato Daniel Segre

Il dirigente del Commissariato Daniel Segre

Occhi puntati sulla movida notturna cremasca da parte degli agenti del Commissariato che vigilano affinchè tutto si svolga nella massima tranquillità e sicurezza.
In queste ultime ore è scattata una denuncia nei confronti del titolare di un esercizio pubblico per un episodio avvenuto alla fine di maggio, quando un giovane non ancora sedicenne era stato soccorso da un’ambulanza per abuso di spumante e vodka fornitogli dal titolare del locale. Ora l’esercente rischia la sospensione della licenza.
Qualche giorno prima erano state elevate diverse sanzioni amministrative, in due casi per l’inosservanza degli orari di diffusione della musica che si sentiva ad alto volume ben lontano dai locali multati, sin oltre le due di notte, ed in un caso per l’occupazione abusiva di suolo pubblico da parte di un locale che, in prossimità del proprio accesso, occupava uno stallo di parcheggio senza aver richiesto la preventiva autorizzazione al comune di Crema. Uno degli esercizi multati è plurirecidivo, e nonostante sia già stato destinatario di un provvedimento di chiusura temporanea, continua ad infrangere il regolamento comunale: rischia ora una sospensione per un periodo ancora maggiore e, in base alla progressività delle sanzioni comminate dal Comune, se non cesserà la propria attività irregolare, rischierà la chiusura definitiva.
Per prevenire questi episodi, il dirigente del Commissariato Daniel Segre ha partecipato ad un incontro con i gestori dei locali maggiormente frequentati, fornendo la massima collaborazione da parte della polizia di Stato, ma chiedendo il massimo scrupolo nel rispetto delle norme in vigore. Durante l’incontro si è posto l’accento in modo particolare sul problema della diffusione del consumo di alcolici da parte dei minorenni e sui disturbi connessi alla musica ed agli schiamazzi fuori dai locali. Proprio questi sono i settori che richiedono l’impegno maggiore da parte della polizia, che ha dovuto intervenire in numerose occasioni anche nelle scorse settimane, e che vigila costantemente con grande attenzione.

© Riproduzione riservata
Commenti