Cronaca
Commenta

Ponte sull’Oglio, il rischio strutturale

Il rapporto tra i soncinesi e il fiume Oglio non è più quello d’un tempo. Cambiano le tradizioni, gli usi e i costumi. C’è ancora chi tenta un bagno rapido, chi prende il sole sulla riva e chi passeggia lungo l’argine. Ma, la vera differenza con qualche decade fa, è che “il fiume ha perso tutto il suo fascino ed è diventato pericoloso per i manufatti”.

La denuncia arriva da Franco Occhio, direttore del gruppo archeologico Aquaria, che spiega: “In pochi anni la massicciata sotto il ponte – realizzata per mantenere alto il livello del fiume, che pian piano nel tempo ha scavato sempre più il suo letto – probabilmente troppo stretta e con uno scivolo troppo ripido, sta scomparendo, specialmente dalla parte verso Soncino. E non ci sono state piene particolari. Negli ultimi mesi, presso la prima arcata e venuto a mancare completamente il rialzo e lo scivolo dal pilone verso Soncino. Nella seconda campata è venuto a mancare anche addirittura tutto il rialzo sotto il ponte. Se viene a mancare anche la parte a nord del ponte, sarebbe un disastro. Tutta l’acqua trattenuta dallo sbarramento della massicciata verrebbe convogliata in questo punto e la corrente andrebbe a scavare sotto i due piloni”.

Nel corso degli anni il fiume Oglio è diventato molto diverso dal quadro che alcuni nostalgici ricordano, fatto di “acqua pulita che scorreva lenta in un ampio alveo circondato da boschetti accoglienti e ricchi di vegetazione di ogni tipo”. Anche grazie ad alcuni interventi realizzati in passato, l’Oglio non è più esondato dalle sponde. Tuttavia, alcuni elementi di criticità permangono: “è vero (almeno così si dice) che il ponte è sostenuto da pilastri in calcestruzzo realizzati all’interno dei possenti muri che sostengono le arcate del ponte, ma chi garantisce che tutto il peso dell’arco non scardini i piloni e tutto crolli? Tutti sono presi dai lavori della ciclabile – conclude Occhio – ma forse uno sguardo dovrebbe essere dato anche sotto il ponte”.

© Riproduzione riservata
Commenti