Politica
Commenta

Festa della Repubblica, con la banda di Ombriano

Matteo Piloni, Antonio Zaninelli, Eva Patrini, Walter Della Frera

Non manca nulla: il palinsesto delle attività per la Festa della Repubblica è pronto. Come da tradizione, le celebrazioni del 2 giugno si dividono in due momenti: una parte in mattinata e una parte la sera. Immancabile, torna anche quest’anno il classico ed apprezzato Concerto della Repubblica, ad opera del corpo bandistico Giuseppe Verdi di Ombriano-Crema.

Proprio di questo si è parlato ieri sera durante la conferenza stampa convocata a palazzo comunale. “La Festa della Repubblica – ha introdotto Antonio Zaninelli, presidente della Banda di Ombriano – è un momento particolare: il corpo bandistico si mette a disposizione del Comune per celebrare un momento istituzionale”. Il concerto – come ogni anno ad ingresso gratuito – si terrà presso il CremArena e avrà inizio alle ore 21.

Nel dettaglio del programma è entrata Eva Patrini, direttrice del corpo bandistico: “si tratta di un programma non troppo complesso ma davvero molto coinvolgente, che raccoglie brani di diversa estrazione: dalla musica classica alle colonne sonore di film, passando per componimenti adatti anche ai bambini”. Nella prima parte del concerto verranno eseguiti: Celebrate, Poeta e Contadino, Tangled Medley, Coro degli armigeri, Lassus Trombons; nella seconda parte: Il fantasma dell’Opera, Gershwin, Dance baccanale, Il gobbo di Notre Dame.

La banda sarà impegnata sin dal mattino, in occasione delle celebrazioni civili e politiche. Il programma prevede, alle ore 9.30, il raduno delle autorità presso piazzale delle Rimembranze per la deposizione della corona d’alloro e per l’alzabandiera, accompagnate dalla Banda di Ombriano. Seguirà, alle ore 10, la messa in cattedrale. Alle ore 11, sempre in piazza Duomo, verrà inaugurata la lapide e deposta la corona d’alloro al famedio. A seguire, la banda Giuseppe Verdi terrà un breve concerto.

“Tra i tanti appuntamenti della Banda di Ombriano, quello del 2 giugno è certamente il più istituzionale – ha commentato l’assessore Matteo Piloni – perché non solo si tratta di un concerto ormai parte della tradizione, ma perché celebra la Festa della Repubblica e della Costituzione. È una festa che non bisogna dare per scontata, perché celebra la libertà. Ed il lavoro che la banda svolge, oltre ad acquisire ancor più significato, si dimostra un valore preziosissimo per l’intera comunità”.

Per completezza, è bene specificare che quello del 2 giugno non sarà l’unico impegno della banda nei prossimi 30 giorni. Il primo appuntamento è previsto il 27 maggio, quando la Junior Band prenderà parte al concerto del Franco Agostino Teatro Festival previsto alle ore 21 al teatro San Domenico. Il 4 giugno, alle ore 17, sarà invece la sala Alessandrini ad ospitare il saggio dei giovani musicisti della banda di Ombriano, che poi a distanza di 8 giorni parteciperanno, assieme ad altre 6 formazioni di tutto il territorio al Raduno delle junior band, previsto all’’oratorio di San Bernardino. Infine, il 18 e 19 giugno, la Banda Giuseppe Verdi di Ombriano-Crema sarà a Racconigi per il Raduno Internazionale assieme ad altre 7 band nazionali ed internazionali.
Chi volesse, potrà sostenere le attività del corpo bandistico acquistando (per 20 euro) l’apposita tessera, diventando un Amico della banda.

Stefano Zaninelli

© Riproduzione riservata
Commenti