Commenta

Porta Ombriano,
le associazioni chiedono
Cabina di Regia

Ascom Crema, Asvicom e Confesercenti, con lettera sottoscritta unitariamente, hanno ieri trasmesso al Sindaco Bonaldi la richiesta di convocazione urgente della cabina di regia del Distretto Urbano del Commercio, per discutere con l’Assessore Morena Saltini e l’Assessore Fabio Bergamaschi il piano della viabilità e sosta in Piazza Giovanni XXIII / Porta Ombriano.
“E’ sotto gli occhi di tutti – scrivono in un comunicato congiunto –  come gli interventi posti in essere, in fase di sperimentazione, stiano causando gravi disagi e negative ripercussioni sulla generale vivibilità di questa importante e nevralgica area cittadina”. Nello specifico le tre Associazioni di rappresentanza del Commercio, che fin dall’inizio avevano manifestato perplessità nel merito e soprattutto nel metodo seguito dal Comune nel giungere alla definizione degli interventi viabilistici adottati, si trovano oggi a “dar voce alle preoccupazioni, allo sconcerto, alla rabbia degli esercenti ed imprenditori che operano in questa zona di città e che davvero vedono minato il loro già difficilissimo presente ed ancor di più il loro futuro da scelte inopportune e per certi versi scriteriate.
“L’auspicio – conitnua il comunicato –  è che nella cabina di regia del DUC, alla quale le tre Associazioni come sempre si approcceranno con spirito collaborativo e costruttivo, si possano immaginare e condividere con il Comune correttivi, soluzioni alternative o quant’altro davvero possa servire a far sì che Porta Ombriano possa tornare ad essere vivibile e fruibile nel modo migliore da tutti, cittadini, residenti, utenti e imprenditori che qui hanno scelto di insediarsi e programmare e sviluppare il loro lavoro.
Al tavolo del DUC Ascom Crema, Asvicom e Confesercenti si impegneranno ad arrivare con idee e progettualità concrete intorno alle quali poter instaurare con l’Amministrazione comunale una costruttiva dialettica ed un serio approfondimento, sicuri che ognuno, per il ruolo che è chiamato a svolgere, abbia a cuore il bene della città, di chi vi vive e le sorti di chi in città ci lavora”.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti