Commenta

Crema.ComX: in sala
Agello due giornate
da incorniciare

C’è un mondo che racconta la contemporaneità, che dialoga con le nuove generazioni con tavolozze di colori e disegni in bianco e nero. Con tratto morbido o aggressivo dà vita ai dilemmi di ogni giorno, narrati in prima persona da personaggi strambi, alieni e perfettamente normali. È l’arte del fumetto, poco raccontata eppure viva come mai, anche nelle timide lande cremasche: lo dimostra il successo che già da ieri sta riscuotendo la rassegna Crema.ComX.

Inaugurata sabato mattina, ospita nella sala Agello oltre 100 opere incorniciate, delle quali poco più della metà realizzate da fumettisti di prim’ordine: Sergio Gerasi, Francesca Follini e Franco Luini, che appassionati e curiosi possono vedere al lavoro dal vivo, mentre si cimentano nei ritratti delle loro creature. E già ieri mattina le persone in visita alla rassegna erano molte. Nonostante la scuola, il mercato e altre incombenze, da piazza Winifred Terni De Gregory sono transitati flussi ininterrotti di visitatori.

Sergio Gerasi all'opera

Sergio Gerasi all’opera

“È una sensazione straordinaria – confessa Nino Antonaccio, anima della rassegna, organizzatore ed appassionato di fumetti – sta succedendo qualcosa che va al di là delle nostre aspettative. Siamo molto contenti di tutte le persone che stano venendo a visitare la mostra. Anche il passaparola ha funzionato bene. Crema.ComX è un’occasione unica anche per molti ragazzi e affezionati, che possono vedere dal vivo alcuni maestri del fumetto o dar sfogo alla loro creatività, come nel caso dei cosplayers”.

Non solo fan e cosplayers ma anche artisti: sono circa una decina i giovani aspiranti disegnatori iscritti al concorso di fumetto – previsto stamattina. È un’ulteriore testimonianza della diffusione e della passione per l’arte del fumetto. Basta osservare le pareti della sala Agello per rendersene conto: al piano superiore, pannelli e teche mettono in bella vista le opere di disegnatori di prima china e fumettisti più esperti – tra cui il talentuoso Andrea Fontana, autore di Villa Apocalisse.

Alcuni cosplayers presenti alla mostra

Alcuni cosplayers presenti alla mostra

La passione per i fumetti accomuna moltissimi cremaschi. Uno dei meriti di Crema.ComX è quello di aver dimostrato questo assunto, dandogli spazio ed autorevolezza. “Il fumetto è un’arte che va al di là degli schieramenti – spiega ancora Antonaccio – come nel caso di Luini, che non ha disdegnato produzioni per i manuali di catechesi e lavora per le edizioni paoline. L’arte fumettistica è trasversale, e in questo caso diventa anche un momento per stare insieme”.

Promossa a pieni voti la prima edizione, cosa sguazza nella vasca dei desideri degli organizzatori? “Quello di ieri e di oggi dev’essere un inizio: siamo fiduciosi che questa manifestazione possa avere una prospettiva – chiosa Antonaccio – inutile negare che negli anni prossimi ci piacerebbe poterci allargare. Per ora, siamo molto contenti che a Crema si possa svolgere un’iniziativa così”.

Il dettaglio di una tavola

Il dettaglio di una tavola

Stefano Zaninelli

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti