Ultim'ora
Un commento

Velodromo, c’è l’accordo:
comodato d’uso per 6 anni

Con la firma apposta stamattina negli uffici demaniali di Milano, Crema tornerà a disporre del velodromo cittadino intitolato a Pierino Baffi. Con la stipula della convenzione, per i prossimi 6 anni il demanio concederà l’impianto in comodato d’uso gratuito al Comune di Crema. Non è escluso che, a seguito dei lavori di adeguamento, il velodromo possa tornare definitivamente al Comune.

Grande la soddisfazione per l’amministrazione di Crema, che all’obiettivo lavora dal 2012. La storia è lunga e travagliata: in un primo momento il velodromo era sottoposto a vincoli dalla vigente Soprintendenza, e si trovava allora chiuso e di fatto restituito alla Coni Servizi. Dalle prime interlocuzioni avviate, l’intento del Coni era quello di alienare il bene. Solo dopo il cambio ai vertici – con l’elezione di Giovanni Malagò a presidente e con l’a.d. Alberto Miglietta – le proposte del Comune iniziarono a godere di differente considerazione.

L’idea era quella di una concessione in permuta del velodromo. Ma proprio quando l’ipotesi sembrava potesse trovare concretezza, il velodromo passò da Coni Servizi al demanio. Le interlocuzioni non proseguirono. Fino ad oggi, quando la tenacia di Walter Della Frera – consigliere con delega allo Sport – ha portato alla stipula della convenzione per la cessione sessennale in comodato d’uso.

Nel ringraziare il consigliere Della Frera, il sindaco Stefania Bonaldi si dice “davvero orgogliosa di questo ottimo rapporto che si è costruito con il presidente del Coni Malagò e con l’a.d. Miglietta, preziosissimi tecnici che con disponibilità e sforzi concreti ci hanno permesso di arrivare ad una soluzione per il nostro Velodromo. La soluzione del trasferimento al demanio è stata la chiave di volta per riuscire a tornare nella disponibilità del bene e ci si è arrivati con il loro indispensabile supporto”.

Da parte sua, il consigliere Della Frera commenta: “Crema città europea dello sport non è solo grandi eventi e lavoro sinergico con le realtà locali per valorizzare al meglio il nostro territorio e la nostra identità, ma anche costruzione e consolidamento di importanti relazioni con il mondo dello Sport, oltre che risoluzione di problemi concreti, soprattutto di restituzione alla comunità dei propri impianti e delle proprie tradizioni”.

© Riproduzione riservata
Commenti