Commenta

Franco Agostino, mille
ragazzi all’edizione 2016

Mimma Benelli, Giuseppe Strada, Gloria Angelotti, Fabio Bergamaschi, Velia Polenghi

Ancora più grande, ancora più partecipata. L’edizione 2016 della rassegna-concorso targata Franco Agostino Teatro Festival sarà ancora più vasta delle precedenti. Sono 1000 i ragazzi che gli organizzatori prevedono di coinvolgere il 25 e 26 maggio al teatro San Domenico: 500 in qualità di giovani attori all’interno della rassegna e 500 in qualità di pubblico giudicante del concorso.

Le novità sono state presentate in conferenza stampa al ristorante Ridottino. Come ha spiegato Gloria Angelotti, presidente Fatf, “il primo giorno saranno 9 le scuole che calcheranno il palco del San Domenico, mentre il secondo giorno addirittura 11. A livello nazionale il Fatf ha fama di rassegna d’eccellenza”, riconoscimento che trova piena conferma dalle iscrizioni: “le classi partecipanti provengono da tutta Italia, da Torino a Termoli passando per Gorizia e Genova”. Inoltre, il 2016 sarà anche l’anno del ritorno sul palco della rappresentanza cremasca, con i ragazzi della scuola media Galmozzi.

Non solo spettacolo ma anche turismo: ha spiegato Angelotti che “sarà un momento significativo per la città di Crema, che vedrà un indotto turistico non indifferente, a partire dai gruppi che hanno deciso di condividere con noi i giorni della gita scolastica”.

Anche quest’anno si rinnova la sinergia con la fondazione San Domenico: “la logica che ci siamo dati – ha spiegato il presidente Giuseppe Strada – è quella di sviluppare le eccellenze, cercando di coinvolgere maggiormente le persone in questo luogo pubblico. Dal canto nostro, ci mettiamo al servizio del Franco Agostino affinché diventi un festival stabile a prescindere dalle presidenze dai vari enti che collaborano”.

Tra i vari contributi – dalla Cariplo al comitato Soci Coop, passando per le Tavole Cremasche – quest’anno il Fatf potrà contrare anche su quello della Confartigianato Imprese Crema: “quando si è in una posizione tale da poterselo permettere – ha commentato il presidente Pierpaolo Soffiantini – finanziare il Franco Agostino Teatro Festival è qualcosa che si deve fare”.

Si rinnova anche quest’anno la collaborazione con il Comune di Crema, che metterà a disposizione gli spazi del mercato Austroungarico: “il festival è un momento di attrattività – ha spiegato Fabio Bergamaschi – esperienze come questa rendono la prospettiva turistica ancora più forte. Il Franco Agostino è un successo, figlio di grandissima passione e di felici intuizioni”.

Ai primi classificati della rassegna verrà consegnato un premio in denaro da utilizzare in investimenti scolastici; ai vincitori, l’onore di portare in scena il loro spettacolo al Piccolo Teatro di Milano. Ultima novità di quest’anno è la targa in memoria di Brigitta Bergstrom, anima del teatro dei ragazzi in Svezia e da sempre fervente sostenitrice del Fatf, venuta a mancare quest’anno.

© Riproduzione riservata
Commenti