Commenta

Crema, convenzione per
valorizzare la figura di
Giovanni Bottesini

Stefania Bonaldi, Francesco Donati, Giuseppe Strada

In principio fu il cd monografico, pubblicato nel marzo 2015. Venne poi l’evento di presentazione a Palazzo Granieri della Roccia, a Torino. Infine, l’annuncio a palazzo comunale dell’organizzazione del sesto Concorso internazionale per contrabbassisti, interrotto nel 2003. A 12 mesi dall’inizio del percorso, la valorizzazione della figura di Giovanni Bottesini gode di ulteriore slancio grazie alla convenzione siglata tra l’omonima associazione musicale presieduta da Francesco Donati, il Comune di Crema e la fondazione San Domenico.

PERCORSO – Come ha spiegato il presidente Donati, “a detta di moltissimi, Bottesini fu il più grande contrabbassista mai esistito: ha elevato il contrabbasso da strumento di accompagnamento a solista, e ancora oggi ne studiano le sue tecniche. Nel 2021 ricorrerà il bicentenario della sua nascita: per festeggiare nel migliore dei modi una ricorrenza così importante, abbiamo intrapreso un percorso di valorizzazione storica e musicale”.

CONVENZIONE – Da qui il senso della convenzione stipulata tra i 3 enti, “per sviluppare un piano di attività coordinate con l’obiettivo comune di organizzare, promuovere e diffondere il Concorso di contrabbasso e la figura del noto contrabbassista cremasco, dando vita ad un momento di valorizzazione della tradizione e della cultura musicale propria della città di Crema”. Il Concorso internazionale per contrabbasso si terrà nella primavera 2017.

EVENTI – Quattro gli eventi sinora prospettati: partenza il 16 aprile alle ore 16.30 in sala Bottesini, per la presentazione del volume Vita e opere di Stefano Pavesi con il maestro Aldo Salvagno; poi il 15 maggio, alle ore 21 all’auditorium Manenti, il concerto del coro Monteverdi sulle musiche di Francesco Cavalli; il 22 maggio alle ore 18 la Contrabbassata a cura del maestro Petracchi, ospite dell’auditorium Manenti assieme ad altre decine di contrabbassisti dall’Europa; infine, tra ottobre e novembre, il concerto del vincitore della seconda edizione del Concorso lirico internazionale di Portofino.

La firma della convenzione

La firma della convenzione

SALTO – “Con questa manifestazione la cultura fa un salto di scala – ha commentato il sindaco Stefania Bonaldi – la proposta e l’offerta hanno una caratura nazionale e internazionale. La figura di Bottesini è conosciuta ed addirittura venerata da alcuni dei più grandi contrabbassisti a livello mondiale. Dal punto di vista culturale, Bottesini è stato non solo un grandissimo musicista ma anche un curioso e un viaggiatore; la valorizzazione della sua figura è un tributo dovuto, oltreché un favore a noi cremaschi che così brilliamo della sua luce diffusa”.

ECCELLENZE – La convenzione ha incontrato il favore della fondazione San Domenico: il presidente Giuseppe Strada ha ricordato come “lo sviluppo e la valorizzazione delle eccellenze cremasche è uno degli obiettivi che il nostro consiglio d’amministrazione si è posto sin dall’insediamento”. È recente l’intervento di miglioramento dell’acustica della sala intitolata al celebre contrabbassista cremasco all’interno degli spazi di piazza Trento e Trieste, pronta ad ospitare eventi ed iniziative.

Stefano Zaninelli

© Riproduzione riservata
Commenti