Cronaca
Commenta

Cane “appeso” al camion, la Polizia lo porta in salvo

Salvato il cane, denunciato il padrone. Il reato contestato è quello di maltrattamento di animali. Ne dovrà rispondere un uomo proveniente dalla provincia di Bergamo. A sporgere denuncia sono stati gli agenti del Commissariato di Crema, intervenuti in via Fermi per salvare l’animale dalla fine truce a cui sembrava destinato.

La segnalazione è arrivata da alcuni passanti, che mentre transitavano per via Fermi hanno notato un cane appeso per una catena al rimorchio di un camion. Hanno avvisato la Polizia, giunta in poco tempo sul posto. Individuato il camion, gli agenti hanno constatato le drammatiche condizioni del cane, ancora appeso al rimorchio e con una vistosa perdita di sangue dalla bocca.
Con l’aiuto di un equipaggio di Vigili del Fuoco la bestiola è stata liberata dalla catena. È bastato poco tempo perché il preoccupante rantolio si trasformasse in un respiro regolare. Secondo il parere del veterinario contattato dalla Polizia, il cane non ha riportato conseguenze.
Passo successivo è stato l’individuazione del padrone, nonché proprietario del veicolo. Come spiega il vicequestore Daniel Segre, “ il padrone, dopo aver parcheggiato il rimorchio, aveva legato il cane nella cabina superiore con una catena corta, per non farlo scappare dal finestrino, lasciato parzialmente aperto per permettergli di respirare. Il cane ha probabilmente approfittato del finestrino aperto per uscire dal camion, rimanendo però appeso per il collo alla corta catena”.
Il reato di maltrattamento è punito con un’ammenda dai 5 mila ai 30 mila euro; nei casi più gravi è prevista la reclusione in carcere dai 3 ai 18 mesi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti