Commenta

Riassetto di Porta
Ombriano, via libera
da Confcommercio

Nella foto, un momento dell’incontro.

Anche l’associazione di commercianti Confcommercio dà l’assenso al piano di riassetto di Porta Ombriano. L’ok del progetto è arrivato a seguito di una riunione indetta dall’associazione di categoria al quale hanno preso parte anche Fabio Bergamaschi e Morena Saltini, rispettivamente assessori ai Lavori Pubblici e al Commercio, nella quale i commercianti hanno esposto apprezzamenti ed osservazioni.

LAVORI – I lavori partiranno mercoledì: come spiega l’assessore Bergamaschi, i primi interventi riguarderanno “la realizzazione delle rotatoria e la demolizione dell’aiuola e dell’impianto semaforico. Più avanti verrà invece installata la segnaletica”. L’orizzonte temporale per la conclusione dei lavori è stimato in un mese, mentre il costo è stimato in 80 mila euro. Il secondo lotto, con tutta probabilità, verrà invece realizzato nel 2017.

INTERVENTI – L’intervento complessivo riguarda l’installazione di una rotatoria nel quadrivio di porta Ombriano, la ricollocazione dei parcheggi in viale Repubblica (con lo spostamento delle auto fuori dalla passerella ciclopedonale) e l’istituzione del senso unico di marcia in piazza Giovanni XXIII e in via Terni. Altri interventi sono compresi nei lotti 2 e 3, cono modifiche alla viabilità e ai parcheggi – oltre all’installazione di una nuova rotonda – al quinquivio in via Carlo Urbino.

FIDUCIA – Come spiega Graziano Bossi, vicepresidente Confcommercio, “Guardiamo con fiducia ed interesse al progetto. Auspichiamo che, almeno in questo primo anno di avvio, i plateatici abbiano un costo calmierato, anche a fronte degli investimenti che comunque saranno chiamate a fare le imprese. Ugualmente importante è favorire la rotazione nella sosta, evitando che le auto di chi vive o lavora in centro stazionino davanti ai negozi”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti