Ultim'ora
Commenta

Folk cooperatur,
il viaggio alle origini
di Van De Sfroos

Nella foto, Davide Van De Sfroos e gli Shiver.

La data zero del Folk cooperatour è quasi sold out: sono ancora pochissimi i posti disponibili per assistere al concerto di Davide Van De Sfroos di domani sera – giovedì 4 febbraio – al teatro San Domenico. Appuntamento alle ore 21, per l’inizio del nuovo viaggio del cantautore comasco alla ricerca del suono delle origini, accompagnato dalla formazione degli Shiver.

FORMAZIONE – Con una visita a sorpresa alla presentazione del San Valentino del teatro San Domenico, Van De Sfroos ha presentato la formazione che lo accompagnerà sul palco nella tournée in partenza in questi giorni. Sono gli Shiver, giovani lecchesi dallo spirito folk, all’anagrafe Lorenzo Bonfanti, Andrea Verga, Stefano Bigoni, Luca Redaelli, Stefano Fumagalli. “Già li conoscevo – ha spiegato Va De Sfroos – ma quando li ho riascoltati ho percepito la sensazione che fossero quelli giusti”.

SYFUNIIA – Pubblicato dalla Batoc 67 per Universal music, il nuovo album si intitola Syfuniia. Come ha spiegato il cantautore, “dopo un lungo periodo di musiche e di viaggi, non solo in superficie ma anche calandosi dentro se stessi, ho sentito il bisogno di tornare al fondo, all’origine”. Ecco dunque 14 brani storici riarrangiati dal maestro Vito Lo Re, un lavoro in cui l’essenza rimane quella del Van De Sfroos che tutti hanno conosciuto, vestita di nuovi abiti sonori.

FOLK – “In questo tour gli Shiver mi accompagneranno lungo un viaggio verso la radice dell’anima, alla ricerca del suono che abbiamo dentro”, ha concluso Van De Sfroos. È un inno all’amore per il folk, al genere che ha reso il cantautore celebre in tutta Italia. Il folk è marchio di fabbrica degli Shiver –“5 ragazzi che suonano ancora in acustico e che vogliono stare insieme suonando e divertendosi tanto”, come loro stessi hanno spiegato – e sarà il grande protagonista, come s’intuisce dal titolo, del tour.

Stefano Zaninelli

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti