Commenta

Crema, il decreto
anti-botti diventa
continuativo

“Ho firmato un tipo di ordinanza anti-botti continuativa, che non si limita a vietare nel territorio comunale l’uso di botti e fuochi d’artificio nel periodo delle feste natalizie di quest’anno, ma diventa stabile ed estende l’interdizione da adesso agli anni a venire. Questo atto vuole tutelare tre aspetti: la sicurezza dell’uomo, il rispetto degli animali e la difesa dell’ambiente”. Lo afferma il sindaco, Stefania Bonaldi, annunciando la novità in tema di utilizzo di petardi e fuochi d’artificio.

Il nuovo provvedimento intende prevenire eventuali sinistri legati all’uso degli esplosivi e salvaguardare la salute ed il benessere degli animali. In tema di protezione degli animali l’amministrazione si era già prodigata in passato. Base di partenza è l’ordinanza emessa nel 2014, con la quale si vieta l’utilizzo di botti e fuochi d’artificio dal 28 dicembre al 2 gennaio. A questa va sommato un altro provvedimento, adottato nel 2013, che proibisce di utilizzare ed esporre sul territorio comunale animali appartenenti a specie selvatiche ed esotiche “in attività di spettacolo ed intrattenimento: nessuna gabbia o attendamento può, a Crema, rinchiudere grandi felini, orsi, elefanti, ippopotami, rapaci ma anche foche e delfini”; ne consegue che, finché rimarrà in vigore il provvedimento, mai più nessun circo potrà stabilirsi sul territorio cittadino. Sempre rispetto alla sensibilità nei confronti degli animali, l’amministrazione ha inoltre predisposto aree di sgambatura in cui i quattro zampe possono sfogarsi liberamente.

“Questo provvedimento – conclude il sindaco, in riferimento all’ultimo decreto emanato – rinforzato ed esteso agli anni a venire, intende mostrare la nostra sensibilità nei confronti di tutti  quegli esseri viventi , umani e non umani, che patiscono per i botti di capodanno, con conseguenze talora traumatiche. Ordinanza antibotti, ordinanza anti circhi con animali, impegno per il nuovo canile comprensoriale, aree di sgambatura per i cani ed ora l’adesione a progettualità Asl per realizzare un’oasi felina nel territorio vogliono confermare Crema città amica degli animali”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti