Commenta

Col trucco delle monete
rubano borsa e bancomat

Ipercoop addobbata per Natale; il furto è avvenuto nel parcheggio

CREMA – “Mi hanno derubato e lo hanno fatto con estrema destrezza. Ma quel che mi dispiace è che nessuno avverte del pericolo al quale tutti noi andiamo incontro. Perché di furti qui ce ne sono tutti i giorni”. Lo dice una donna di Ripalta Cremasca, ultima ripulita mentre stava caricando la spesa in auto. E’ successo l’altro giorno ed lei stessa che racconta, sperando che la gente stia attenta e che le forze dell’ordine vigilino. “Avevo terminato la spesa e ho raggiunto la mia auto. Ho aperto, sistemato la borsetta, quando ho sentito il rumore di monete che cadevano. Ho guardato ai miei piedi e ho visto delle monete. Ho pensato di aver rovesciato inavvertitamente il portafogli e mi sono chinata a raccoglierle. Quando mi sono rialzata, ho visto la portiera lato guidatore accostata e la borsetta sparita. Ma la cosa incredibile è che non ho visto nessuno allontanarsi né udito alcun rumore. Sono stati incredibili”. Ma l’odissea della donna è appena cominciata, perché immediatamente dà l’allarme e si porta all’interno della Ipercoop per avvertire di quel che le è successo. Purtroppo nessuno la può aiutare. “Ho chiesto di avvertire, tramite gli altoparlanti, del pericolo che sussiste nel parcheggio, ma non hanno voluto farlo. A quel punto sono andata dai carabinieri per presentare denuncia e ho chiamato per bloccare il bancomat. E qui c’è stata la beffa. Perché il bancomat è stato bloccato alle 9.47, mentre un minuto prima, dal bancomat di via Capergnanica della mia banca sono stati prelevati 1500 euro. Soldi che non rivedrò più perché la banca mi ha detto che risponde solo in caso di clonazione della tessera e non di furto”.

E ladri di certo non in vacanza quelli che hanno agito nella notte del weekend a Chieve, dove hanno svaligiato due appartamenti. Da notare che nel secondo si sono trovati una ragazza davanti, ma non hanno avuto alcun timore a portare a termine il furto. La giovane era rientrata tardi da una serata con le amiche e aveva deciso di sistemarsi sul divano. A un certo punto, verso le tre, ha sentito dei rumori e ha aperto gli occhi. Ha così visto degli sconosciuti che rovistavano nei cassetti. Si è molto spaventata e ha gridato, ma i ladri se ne sono andati con tutta calma.

Pier Giorgio Ruggeri

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti