Commenta

Tenta il suicidio
ma viene salvato
dai carabinieri

Tenta il suicidio ma viene salvato dai carabinieri. E’ successo verso le 19 di ieri, quando al comando è arrivata una telefonata da parte di un uomo in stato di ebbrezza che diceva di volersi togliere la vita. L’operatore ha cercato subito di dissuaderlo e nel frattempo di rintracciare la telefonata per potergli inviare i soccorsi. Il carabiniere ha fatto di tutto per instaurare un dialogo con la persona ed evitare di interrompere la comunicazione telefonica. Ci è riuscito, così come è riuscito a localizzare l’apparecchio telefonico che trasmetteva da via Gaeta a Crema. Una volta sul posto, i militari si sono accorti della presenza di un uomo di circa 40 anni che si trovava a cavalcioni sulla balaustra del ponte sul Canale Vacchelli. Alla vista dei carabinieri, l’uomo ha minacciato di gettarsi nelle acqua gelide del fiume, ma poi è cominciato un dialogo a distanza che ha permesso ai due carabinieri di carpire la fiducia dell’uomo, tanto da riuscire ad avvicinarsi e con una mossa repentina a metterlo in salvo. Il 40enne è stato poi ricoverato in ospedale nel reparto psichiatria. I motivi del tentativo di suicidio sarebbero riconducibili ad una grave crisi depressiva dovuta a problemi famigliari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti