Cronaca
Commenta

Manomissione
all’ufficio postale,
tentativo di clonazione

Nel tardo pomeriggio di martedì 29 luglio, su segnalazione, i carabinieri di Soncino sono intervenuti all’ufficio postale dove ignoti, per clonare codici dei titoli di pagamento in uso ad ignari titolari, avevano applicato sulla fessura dello sportello Atm un dispositivo elettronico artigianale composto da una struttura in plastica rigida con annessi micro chip, micro telecamera e batteria alimentazione. La strumentazione è stata sequestrata e messa a disposizione della competente autorità giudiziaria. Le indagini sono in corso anche per rintracciare persone eventualmente danneggiate.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti