Cronaca
Commenta

Festa della Donna
Ecco le proposte
cremasche

Sono in tutto nove le iniziative raccolte dall’Amministrazione, e presentate ieri in conferenza stampa. Si estendono dal 6 al 17 marzo, ma hanno tutte lo stesso minimo comune denominatore: la valorizzazione della donna. Le tematiche affrontate sono svariate, e vanno “dalla valorizzazione della donna – spiega Morena Saltini, assessore alle Pari Opportunità – ai settori sociali estremi, come quello della violenza, purtroppo ancora presente nella nostra comunità”.

Si parte giovedì 6, al centro S. Luigi. La serata, dal titolo “Fattore D”, è organizzata dai ragazzi di Vero su Bianco. Storie di donne che raccontano la propria esperienza in diversi ambiti della vita quotidiana. Ospiti della serata: Suor Gisella, della comunità di Colbert, e Daniela Martinenghi, presidente dell’Anffas Crema.
Si prosegue l’8 marzo, ricorrenza annuale della Festa della Donna. La giornata inizia in sala Pietro da Cemmo, con l’incontro “Che genere di scuola?”. Riservato agli insegnanti, il convegno si prefigge l’obiettivo di ripensare l’insegnamento per educare alle differenze. Relatrice sarà Pina Caporaso, sociologa. Orario di partenza 9 e 30, conclusione lavori prevista per le 12 e 30.
A Seguire – ore 15 e 30, in piazza Garibaldi – verranno allestite le installazioni a cura dell’associazione Tazebau e del Liceo artistico Bruno Munari.
Previsto invece per le 17, l’incontro dal titolo “Il valore della differenza: risorsa, ricchezza e sfida”. Anch’esso in sala Pietro da Cemmo, proprio come l’evento successivo, previsto per le ore 21: il concerto del mezzosoprano Giovanna Caravaggio. Al riguardo, la cantante dichiara: “mi ha fatto piacere poter offrire questo concerto, in omaggio alla figura della donna”. Si esibirà con il trio “Air de giorobà”.
“Ospedale aperto” per tutta la giornata dell’8 marzo. Presso le strutture di Oncologia, della palazzina interna al Maggiore, medici, infermieri e personale, oltre ad un’attività informativa, saranno disponibili per rispondere ai quesiti delle donne.
Le iniziative imperniate sulla figura femminile continueranno anche dopo l’8 marzo. È il caso della Lectio Dantis, a cura di mons. Carlo Ghidelli. In scena in sala Pietro da Cemmo, l’esibizione organizzata dal centro Lucchi riprenderà il canto XXIII del Paradiso.
Il 15 marzo sarà invece la volta dell’esibizione del coro giovanile “Sweet suìte”, della scuola Monteverdi. L’esibizione è prevista presso la r.s.a. Fondazione Benefattori Cremaschi, alle ore 16.
A chiudere il ciclo di eventi, il 17 marzo, il Caffè Letterario presenterà il nuovo libro di Lorella Zanardo: “Senza chiedere il permesso”. L’incontro è previsto per le ore 21, alla sala Bottesini del Teatro San Domenico.

Importante sottolineare come alla costituzione di tale programma abbiano partecipato, oltre gli uffici comunali preposti, una moltitudine di soggetti – associazioni, enti e privati. Tra questi, si ricorda: Soroptimist, associazione Donne contro la violenza, Centro diocesano Gabriele Lucchi, associazione Tazebau, Liceo Artistico Munari, Polizia di Stato, Ospedale Maggiore  e Caffè Letterario.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti