Spettacolo
Commenta

‘Sister Act’ fa il
pieno a Offanengo,
teatro esaurito

Grande successo per l’appena trascorso fine settimana teatrale. La compagnia Caino & Abele, nell’ambito della rassegna “A teatro? Perché no!”, ha infatti registrato il tutto esaurito per lo spettacolo “Sister act” – portato in scena dalla compagnia lodigiana “Il Ramo” –, e può ora vantare d’aver ospitato la Compagnia “Franco Barcella”. Famosi per aver varcato le porte dello spettacolo televisivo con Paperissima e la sit-come “Io e Margherita”, hanno rappresentato “Tutta colpa del folletto” – titolo originale della versione inglese: “Niente sesso, siamo inglesi”.
Particolarmente apprezzata, si diceva, la performance della compagnia lodigiana, con “Sister Act”. “Via di mezzo tra il film e il musical italiano – si legge in un comunicato della compagnia Caino & Abele –, lo spettacolo non ha tanto colpito per la scenografia, quasi elementare, o per le coreografie, sebbene coinvolgenti. Niente, infatti, ha colpito più del talento delle “suore in libertà”, tutte teenagers, tra le quali hanno spiccato, per simpatia e verve teatrale, la 15enne Giada Rasia Dal Polo (la paffuta Suor Maria Patrizia) e Laura Giordano, la timida novizia Maria Roberta, che ha incantato la platea la sua voce limpida. Talentuosa, sopra tutti, Suor Maria Claretta, alias Deloris Van Cartier, interpretata da Matilde Pellegri, 16 anni, viso d’angelo e voce importante, che non ha fatto mancare la versione nera del film”. Uno spettacolo capace di “gasare” gli oltre 300 spettatori accorsi al teatro dell’oratorio di Offanengo.
I prossimi appuntamenti della rassegna “A teatro? Perché no?” sono previsti per il 15 marzo, ore 21, con “Rider Mortis” – della compagnia Dimidimitri, di Novara – e per il 29 marzo con “Un, due, tre… Shakespeare”, dell’Associazione “Ronzinante” di Merate.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti