Cronaca
Commenta2

Scuola Charis, anche
la Cgil per il riutilizzo
dell’immobile

Parla di “scelta improvvida”, la Cgil di Cremona, riferendosi alla costruzione della scuola di CL, alla Valcarenga. E su come riutilizzare lo stabile non ha dubbi: “il sindacato […] concorda con l’ipotesi di lavoro prospettata dal Sindaco e dal Consiglio Comunale di Crema”. Ovvero: spostare la costruzione del nuovo polo scolastico – previsto in zona S: Bartolomeo – negli spazi destinati alla ex scuola di CL.
“Si tratta – specificano nel comunicato – quindi di verificare la fattibilità delle condizioni per riprendere i lavori a Valcarenga destinandoli alla Scuola Pubblica “Racchetti” di Crema.
Se ciò avvenisse, oltre a recuperare le sorti del suddetto fabbricato, riprenderebbe la cantierizzazione delle costruzioni, potendo ridare quindi anche il lavoro a chi nel frattempo l’ha perso”. Lavoro, come viene notato nello stesso documento, bruciato dal naufragio del progetto della Fondazione Charis.
“A fronte quindi di una costruzione da riutilizzare da una parte e del progetto dell’Ente provincia dall’altro, che prevedeva un nuovo Polo scolastico, ci si trova a dover scegliere una strada da intraprendere”. Quella del riutilizzo, per l’appunto. “La Cgil di Cremona – concludono nel comunicato – ritiene che l’azione del Comitato (per il riutilizzo pubblico della scuola di CL, nda) sia stata utile per poter offrire alla cittadinanza l’opportunità di ulteriori informazioni rispetto alla situazione creatasi e di conseguenza abbia contribuito ad alimentare un giusto confronto”.
Palla al centro per l’ennesima volta.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti