Commenta

Regione, inchiesta rimborsi
i Pm chiedono archiviazione
per Alloni, Rossoni e Pizzetti

I pm di Milano Robledo, Filippini e D’Alessandro hanno chiesto
l’archiviazione per 33 indagati, fra cui Luciano Pizzetti, Agostino Alloni e Gianni Rossoni, nell’ambito dell’inchiesta sui rimborsi ai consiglieri regionali della Lombardia.
Galeotto per Alloni, così come per l’ex vice presidente della Regione Lombardia, Gianni Rossoni fu il ristorante. Erano, infatti, finiti nell’inchiesta per avere chiesto rimborsi rispettivamente per 62 euro (20 di pranzo e 42 di treno) per un pranzo a Bologna con Vittorio Prodi e 1800 euro per una cena al ristorante Violino di Cremona. Sottoposto ad indagini senza alcuna contestazione anche Luciano Pizzetti.
Per tutti e tre i consiglieri cremonesi (Alloni, Pizzetti e Rossoni) è stata chiesta l’archiviazione del procedimento.
Queste le parole di Alloni su Facebook: “La Procura della Repubblica archivia il procedimento aperto nei miei confronti. Ritenuta l’infondatezza del reato chiede che il gip voglia disporre l’archiviazione. Ero sereno prima, ora sono tranquillo. La giustizia ha fatto il suo corso, ed esce confermato che non siamo tutti uguali. Neppure il politica”. Chiesta l’archiviazione per 33 posizioni su 59 indagati. Gli altri che avevano ricevuto nei mesi scorsi gli inviti a comparire, adesso rischiano il processo. Tra questi anche Renzo Bossi e Nicole Minetti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA.

© Riproduzione riservata
Commenti