Cronaca
Commenta1

Scuola Cl, Salini: “E’ il comune
che deve decidere”
Dal Comitato 2500 firme

“Blitz” del comitato per il riutilizzo dell’ex scuola di Cl alla presentazione di “Dote Lavoro”. Lo scopo: consegnare, al presidente della Provincia, Massimiliano Salini e all’assessore regionale, Valentina Aprea, le 2500 firme raccolte dal Comitato Unitario per l’utilizzo pubblico della scuola di CL, situata nell’area della ex Valcarenga. Ad attendere Salini e Aprea al palazzo della Provincia di Crema – ospite della conferenza stampa Dote Unica Lavoro –, Alvaro Dellera e Anna Rozza, insieme ad altri membri del comitato.
Braccato Salini, si diceva, appena prima della conferenza, gli esponenti del Comitato hanno avuto modo di consegnare di persona la lista dei firmatari della petizione. Il presidente, ringraziando per il garbo e l’educazione osservata nel presentare la petizione, ha tuttavia reindirizzato il Comitato. Ha infatti invitato questi ultimi a consegnare le firme a chi, secondo lui, di dovere. “L’interlocutore – asserisce Salini – è il Comune di Crema, non la Provincia”. E non s’è certo fatto trovare impreparato. Con sé, infatti, ha portato una relazione tecnica riguardo il progetto, già fatta pervenire ai vari partiti che, in consiglio provinciale, avevano chiesto un’interrogazione in merito. Relazione consegnata al Comitato, con l’auspicio “di leggerla tutta senza mediazioni, così da evitare di inquinarne la chiarezza”.
Calcio di rinvio della Provincia, quindi, a significare che la partita è ancora aperta, e non finirà così presto.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti