Commenta

Ex Corpo di guardia e ciclabili
legate a doppio filo: vendi
il primo, realizzi le seconde

Scuola, sicurezza stradale e mobilità leggera. Queste le priorità di intervento da parte della giunta, messe nere su bianco anche nel piano delle opere pubbliche messo a punto per il 2014 e approvato qualche settimana fa. Ma se per le prime due la giunta si è affidata ad una serie di bandi e quindi spera così di reperire le risorse necessarie, per quanto riguarda la mobilità leggera, tutto è affidato alla vendita dell’ex corpo di guardia. Il complesso già da tempo rientra tra i beni che il comune intende alienare, alla pari dell’ex Aci la cui gara è andata deserta, o dei garage di via Griffini, per la cui vendita è stato aperto il terzo bando di gara. La base d’asta per l’ex corpo di guardia è di 345mila euro, per l’immobile che non è sottoposto a particolari vincoli della Sovrintendenza, al di là dell’impossibilità di renderlo residenziale. Quindi solo esercizi commerciali all’interno, del comparto, che da tempo si trova in uno stato di degrado.
Se, finalmente, lo stabile sarà venduto (pare ci siano già degli interessamenti) la priorità di utilizzo sarà rivolta alle ciclabili e alla mobilità leggera in città Lo conferma l’assessore Fabio Bergamaschi: “Le nostre priorità erano rivolte all’edilizia scolastica, ma sia per la scuola Curtatone e Montanara che per gli altri interventi abbiamo preso parti a bandi relativi l’edilizia scolastica. Mentre per quanto riguarda la mobilità e la realizzazione di ciclabili non ci sono dei bandi specifici”.
Tra questi legati alla disponibilità dell’amministrazione ci sono le ciclabili e il rifacimento sia di via Piacenza che di via Kennedy così come interventi relativi alla ciclabile per Madignano. A questo proposito l’amministrazione ha già preso contatti con quella di Madignano così come conferma anche l’assessore Giorgio Schiavini: “E’ un percorso in atto nel quale deve essere coinvolta anche la Provincia per via della necessità di superare il rondò di Ca’ delle mosche”.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti