10 Commenti

Paullese, semaforo spento
a San Donato, ma il traffico resta
Pendolari: ‘Via anche quello di Paullo’

Nella foto, Stefano Begotti (Pendolari Cremaschi) intervistato da Veronica Fernandez in diretta su Buongiorno Regione

Semaforo di San Donato spento, ma il traffico rimane. Anche se con un lieve miglioramento. Da questa mattina è costantemente verde il semaforo di San Donato lungo la strada Paullese e lo resterà fino a venerdì, giorno in cui terminerà la sperimentazione. Se le cose saranno migliorate allora la nuova viabilità, che costringe chi deve girare a sinistra a procedere fino alla rotatoria e poi tornare indietro, e a chi da Crema deve raggiungere Milano di proseguire senza questo intoppo, diventerà definitiva. Almeno fino a quando non saranno terminati i lavori di raddoppio dell’arteria. Ma per questo ci vogliono ancora anni. Ma intanto, i pendolari, sperano di guadagnare senza questo semaforo almeno 15 minuti di tempo su circa un’ora e mezza che ogni giorno ci impiegano da Crema a Milano. A confermalo è Stefano Begotti, rappresentate dei Pendolari Cremaschi che in diretta su Buongiorno Regione, programma di Rai3 in onda alle 7.25 ha raccontato i disagi che ogni giorni i pendolari devono subire. Ad intervistarlo la giornalista Veronica Fernandez. “A prima vista sempre che il traffico scorra meglio, ma l’importante è che questo esperimento non rimanga isolato, ma che venga replicato anche in altre realtà come quella di Paullo. Speriamo con questo di guadagnare 10-15 minuti di tempo ed altrettanti nelle altre zone”. Insistono quindi i pendolari perchè vengano spenti anche i semafori di Zelo Buon Persico e soprattutto quello di Paullo. A questo proposito di soluzione tampone ha parlato il vicesindaco di Paullo, Federico Lorenzini. “A Paullo c’è un semaforo su cui insiste tantissimo traffico, ma lì il problema è più complesso perchè il calibro della strada è più piccolo per cui bisogna studiare bene le corsie di immissione. Ma di soluzione tampone si tratterebbe”. Un problema quindi che sembra non poter essere risolto se non con la conclusione dei lavori, per i quali mancano ancora tempo e soprattutto finanziamenti.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Marco S.

    Ieri sera con il diretto in partenza da S.Donato M3 delle 18.00 sono arrivato al rondò della cerca alle 18.09, quidni con un guadagno di 10 minuti, peccato che per fare i restanti 3 km o poco meno si sia impiegato 29 minuti….29!!!!!

    • Sono sicuro che l’eliminazione dei semafori di Paullo e Zelo porterebbe grossi benefici senza creare le complicazioni generate dall’esperimento di San Donato ove i flussi di traffico che attraversano la Paullese sono ben altri… Insisteremo su quella strada!

  • Luca Celani

    Scusate dov’è che sarebbe migliorata la viabilità??

    Stamattina: Pantigliate-San Donato (4 km) 1 Ora!!!!

    • Lo ripeto: stamattina la tangenziale est era completamente bloccata per incidente a Cascina Gobba…questo ha ulteriormente complicato le cose e quindi la giornata di oggi non deve essere presa di esempio.
      Ripeto anche che si tratta di un esperimento “coraggioso” che durerà fino a venerdì: nessuno si diverte certo a complicare la vita già difficile di noi pendolari, ma qualcosa andava tentato… Se questa non si rivelasse la strada giusta, se ne proverà un’altra.

  • Giovanni

    Oggi 22/10 sempre peggio, da tre possibili sbocchi verso S.Donato ne è rimasto solo uno e tutti passano da lì. Va bene provare , però era sufficiente “contare” quante auto transitano nelle ore di punta per vedere che una unica via di accesso a S.Donato ed alla Metro non è sufficiente per assorbire il carico di traffico, ci sono questi dati ? Tempi di percorrenza peggiorati di 20/30 minuti. Speriamo in soluzioni migliori, che però senza fondi sarà difficile attuare. Dovremo tenerci i semafori ancora per un po’…

    • Stamattina c’era anche la tangenziale bloccata, e nonostante questo i tempi sono diminuiti rispetto a ieri. I punti di ingresso a San Donato sono sempre gli stessi di 3 di prima, quello che rallenta è la rotonda della M3 che probabilmente ha dei raggi di curva non adatti a sopportare un volume di traffico aumentato. Quindi o si interviene in qualche modo su quella rotonda o ci teniamo le code… Spero che i tecnici della Provincia di Milano e del Comune di San Donato possano trovare altre soluzioni ma, ripeto, a mio avviso valeva la pena tentare. Aspettiamo comunque la fine della settimana per tutte le valutazioni del caso.

  • Il miglioramento è stato temporaneo ed era riferito al momento dell’intervista, quando il traffico “a vista” sembrava scorrere meglio rispetto al solito. Poi la situazione si è complicata. Questa mattina le cose sono andate meglio, nonostante la tangenziale est bloccata per incidente; in ogni caso alla sera si viaggia decisamente meglio con un guadagno di almeno 10′. Comunque si tratta di un esperimento: se mai si prova, mai si saprà… Penso quindi valga la pena provare piuttosto che continuare a sopportare le code: se non funziona si ritorna ai semafori accesi… O preferiamo non fare niente e lasciare le cose come stanno? Il Sindaco di San Donato comunque ha avuto davvero un gran coraggio nel tentare questo esperimento che, ricordo, penalizza sicuramente i suoi cittadini e potrebbe solo ipoteticamente favorire tutti gli altri…

    • marianna

      Grazie per l’impegno nel cercare una soluzione per noi poveri pendolari.
      Speriamo che migliori la situazione.
      Cordiali saluti

  • ivana de vito

    faccio seguito all’intervista rilasciata dal sig. Stafano Bigotti per chiedermi dove ha trovato il miglioramento a San Donato con i semafori sempre verdi. Se prima l’incubo era “solo” da Zelo a Paullo ora la parte peggiore inizia da Pantigliate a San Donato oltre 45 minuti per percorrere 6/7 km alle 8.10/8.15 della mattina.
    Arrivo da Pianengo ed esco di casa intorno alle 7.00/7.10 per essere a San Donato alle 9.00!!!!

    • Riporto qui la risposta che ho erroneamente inserito come nuovo commento sopra…

      Il miglioramento è stato temporaneo ed era riferito al momento dell’intervista, quando il traffico “a vista” sembrava scorrere meglio rispetto al solito. Poi la situazione si è complicata. Questa mattina le cose sono andate meglio, nonostante la tangenziale est bloccata per incidente; in ogni caso alla sera si viaggia decisamente meglio con un guadagno di almeno 10′. Comunque si tratta di un esperimento: se mai si prova, mai si saprà… Penso quindi valga la pena provare piuttosto che continuare a sopportare le code: se non funziona si ritorna ai semafori accesi… O preferiamo non fare niente e lasciare le cose come stanno? Il Sindaco di San Donato comunque ha avuto davvero un gran coraggio nel tentare questo esperimento che, ricordo, penalizza sicuramente i suoi cittadini e potrebbe solo ipoteticamente favorire tutti gli altri…