Cultura
Commenta1

Danza, jazz e gran galà
Così il San Domenico
presenta la nuova stagione

La performance di danza
Performance di danza, Mario Piacentini al pianoforte, i protagonisti della stagione presenti in sala e una cena di gala. In questo modo il Teatro San Domenico ha presentato la prima stagione targata Gianni Marotta, sotto la direzione artistica di Mario Coffetti. Una serata particolare, con i club Lions e Rotary della città invitati per la cena di gala, durante la quale, il direttore artistico ha illustrato passo per passo quello che sarà la stagione 2013/2014. Musica, prosa, danza, teatro bambini, corsi di recitazione. Insomma ce ne è per tutti i gusti, per una stagione che quest’anno sarà aperta dal jazz di Mario Piacentini il prossimo 9 novembre con Néant, la prima nazionale del concerto del maestro di Trescore Cremasco accompagnato da Gianluigi Trovesi, Tor Yttredal, Arkady Shilkloper, Roberto Bonati e Marco Tonin.

Sono le 19,30 di ieri quando le luci del teatro si spengono e comincia la conferenza stampa/spettacolo ideata dal nuovo Cda per illustrare la stagione. In sala l’assessore regionale alla cultura Chiara Cappellini, quello del comune, Paola Vailati, il rappresentata di Fondazione Cariplo, Cristian Chizzoli, e i vari ideatori della proposte, oltre ad alcuni artisti artisti. Sul palco due ballerini, Chiara e Marco che introducono la rassegna ‘Teatri del tempo presente’, progetto ministeriale che ha individuato giovani compagnie di danza dalle varie regioni per creare una stagione ad hoc. Stagione che in Lombardia andrà in scena a Milano, a Brescia e al teatro San Domenico a Crema. Tre spettacoli, il 31 ottobre (L’america dentro), il 15 novembre (Mal bianco) e il 22 novembre (Rock Rose wow).

E’ toccato poi a Mario Piacentini dare un assaggio di quello che sarà la prima al pubblico in platea, e a Coffetti illustrare nel dettaglio la stagione che presenta anche la data zero di Roberto Vecchioni il prossimo 7 novembre e il ritorno sulle scene de I Gufi e Nanni Svampa il primo febbraio 2014. Oltre alla stagione in abbonamento già presentata qualche settimana fa (leggi l’articolo) che prevede otto spettacoli, il Teatro cittadino porterà in scena altri tre spettacoli fuori abbonamento: I Gufi e Nanna Svampa, ‘La merda’ di Cristian Ceresoli il 29 novembre, e Omar Fantini, che ha presentato da sé il suo spettacolo ricordano che il ricavato andrà in favore dell’ong Cesvi di Bergamo, il prossimo 6 dicembre. Curata come sempre da Marco Viviani la rassegna Cinema a Teatro, che creerà un filo tra gli spettacoli e il cinema. Un film per ogni spettacolo in cartellone, che saranno proiettati solitamente la domenica prima dello spettacolo, alle 17.

Non mancheranno le proposte musicali che oltre a Vecchioni, prevedono il concerto di Natale degli allievi dell’Istituto Folcioni, lo spettacolo di Capodanno ‘The spleen orchestra’ e il collegamento con la prima della Scala di Milano il 7 dicembre con la diretta da Milano de La Traviata di Giuseppe Verdi.

Spazio anche ai bambini e alla famiglie con la rassegna Domenica per le Famiglie, che sarà aperta dallo spettacolo del Fatf, ‘Libero?’ domenica 13 ottobre, e proseguirà con altri quattro appuntamenti: Zorba e il gatto (3 novembre), Piccolo Passo (12 gennaio), Storie d’acqua (9 febbraio). Nove invece gli spettacol Junior dedicati alle scuole in scena alle 10 del mercoledì a partire dal 27 novembre. Non mancano i corsi di teatro: quattro dedicati sia ai bambini che agli adulti tenuti da Rosa Messina, Pietro Arrigoni e Francesco Edallo, e i due appuntamenti con ‘Caffè a teatro’ curati da Paolo Gualandris in collaborazione con il Caffè Letterario, così come con le rassegne Crema in Scena: teatro, danza e musica.

A fare gli onori di casa e a chiudere la conferenza stampa prima della cena, il presidente Gianni Marotta, che ha lanciato anche un appello ai cremaschi: “L’anno si è concluso con un calo, ma siamo riusciti comunque a tenere il bilancio in attivo. La mancanza di alcuni sponsor si sente, quindi aiutateci, anche solo parlando del teatro, oppure diventando soci o comprando un abbonamento. Tutto il ricavato sarà usato per il territorio e per le altre realtà”, ha concluso invitando gli ospiti ad accomodarsi per la serata.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti