Cultura
Commenta

Arte, musica, teatro
e soprattutto gastronomia
con ‘imondidicarta’

Arte, teatro, musica, e soprattutto cibo. Racchiude in sé tutto questo la prima rassegna cultural-gastronomica, imondidicarta, che andrà in scena in città il 18, 19 e 20 ottobre. Il festival cultural-culinario ideato dall’associazione I Mondi di Carta, presieduta da Enrico Tupone, è stato presentato dalla vice presidente Roberta Schira alla presenza del sindaco Stefania Bonaldi, dell’assessore alla Cultura, Paola Vailati, e dell’assessore provinciale allo Sviluppo Economico, Matteo Soccini. Tre giorni di incontri, appuntamenti e cucina dedicati al buon vivere e alla cultura, che porteranno a Crema artisti e professionisti di gran calibro
Performance di artisti – musici, attori, cantanti, pittori – si alterneranno a esperti nutrizionisti, medici, ricercatori e psicologi per parlare di arte, mente e cibo, in alcuni dei luoghi storici di Crema. Sarà possibile approfondire tematiche legate alla nutrizione, incontrare specialisti per momenti di counseling personalizzati, assaggiare tipicità del territorio e assistere a momenti di intrattenimento che irromperanno inaspettatamente sulla scena, coinvolgendo il pubblico con arie delle opere più famose, pièce teatrali e molto altro. Tra i relatori che arriveranno a Crema,
Philippe Daverio, critico d’arte, giornalista e conduttore televisivo, che illustrerà il nesso tra arte e cibo, supportato da esempi concreti di quadri emblematici – che ha recentemente confermato la sua presenza; Piero Mozzi, medico, chirurgo e naturopata, fautore della cosiddetta “dieta del gruppo sanguigno”; Nicola Sorrentino, dietologo, che presenterà il suo ultimo libro “La dieta Sorrentino”. Presente anche Aldo Spoldi, artista cremasco di fama internazionale, che ha realizzato un’auto con ruote a forma di Grana Padano, main sponsor della manifestazione.
Come ha sottolineato Roberta Schira: “Si tratta di una rassegna culturale che parla di cibo e cultura del cibo. Per la prima volta a Crema, in un’unica rassegna, confluiscono diversi aspetti: arte, teatro, musica e cucina. Gli sforzi della nostra associazione culturale sono stati volti a realizzare un ricco calendario di appuntamenti, con nomi di rilievo nazionale per dare visibilità e lustro a una città che ha molto da offrire.”
Crema, dunque, aperta alla sperimentazione e all’incontro di più discipline e con la voglia di mostrare le proprie unicità, come ha sottolineato il sindaco Stefania Bonaldi: “L’amministrazione comunale non può che guardare a un evento come questo con curiosità e gratitudine. Questa commistione di arti valorizza la nostra città sotto tanti punti di vista. Per quanto riguarda i contenuti, poi, c’è stato uno sforzo per essere in linea con Expo 2015. Questo evento è un importante momento di visibilità per uscire da un certo provincialismo che, a malincuore, un po’ ci caratterizza.” Le ha fatto eco Paola Vailati: “Durante questo evento si analizzeranno i significati più profondi del nutrimento e non solo come mera funzione vitale e necessaria. L’augurio è che questa sia solo la prima di numerose edizioni e che la manifestazione possa crescere e portare anche nei prossimi anni altri nomi di pregio”.
Anche Matteo Soccini ha ricordato come la rassegna sia stata pensata proprio per valorizzare le peculiarità cremasche con uno sguardo all’Expo: “Il nostro dovere come provincia è far conoscere a tutti le nostre eccellenze, bisogna aprirsi e promuovere le peculiarità del nostro territorio su ampia scala.”
L’intero ricavato delle manifestazione sarà devoluto all’Airc, Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti