Commenta

Del Tenno incontra
pendolari e istituzioni
Tante le richieste

L’assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità, Maurizio Del Tenno, ha convocato per oggi, giovedì 3 ottobre, a Cremona, alle ore 18, alla sede territoriale della Regione, in via Dante 136, i Comitati dei pendolari, le associazioni dei consumatori e degli utenti, le istituzioni e i consiglieri regionali del territorio, per fare il punto della situazione sul servizio ferroviario delle linee cremonesi. E’ il secondo spostamento dell’incontro che doveva tenersi prima il 20 settembre e poi il 4 ottobre. Del Tenno ha chiesto anche ai vertici di Trenord e ai responsabili di Rete ferroviaria italiana di essere presenti “Non solo per ascoltare, ma soprattutto per dare risposte ai pendolari dell’area del Cremonese che, troppo spesso, ultimamente, si trovano a dover affrontare importanti disagi. E’ doveroso che le aziende spieghino i tempi e i modi con i quali intendano intervenire, per limitare i disservizi e trovare una soluzione ai continui guasti che coinvolgono quotidianamente decine di treni”.
E a proposito di azioni da mettere in campo proprio la settimana scorsa in vista dell’incontro poi rinviato il sindaco di Crema, Stefania Bonaldi, raccolte le lamentele dei pendolari e su sollecitazione del consigliere regionale Agostino Alloni aveva scritto all’assessore ai Trasporti della Regione mettendo nero su bianco alcune richieste già illustrate nell’ultimo incontro con lo stesso.
Tra queste il treno cadenzato e diretto per Milano atteso ormai da tempo, il miglioramento dei convogli, la diminuzione dei tempi d’attesa ai passaggi a livello, soprattutto a quello di Santa Maria, per il cui superamento il primo cittadino ha chiesto un immediato intervento. Chiesta, infatti, la definizione di un accordo di programma con Regione e Rfi, che includa sostegno economico, per il superamento della barriera ferroviaria adiacente la Stazione di Crema, lungo il viale di S.Maria della Croce, realizzando un’opera che preveda anche la creazione di nuovi parcheggi di interscambio ferro-gomma-bicicletta e la restituzione alla città dell’ex scalo merci. Infine il sindaco Bonaldi aveva posto l’accento anche sul bus navetta per le stazioni di Lodi e di Treviglio e in sostegno per attivare il Mio Bus nei comuni limitrofi. “Ritengo queste priorita’ urgenti – aveva detto il sindaco – da affrontare. Ho chiesto pertanto l’avvio di un Tavolo di confronto, sotto forma di conferenza di servizi, che registri la partecipazione anche dei sindaci di Cremona e Casalmaggiore, pur nelle differenti caratterizzazioni e specificità di ogni territorio. E’ necessario trovare soluzioni alle problematiche individuate, che risultano essere fortemente penalizzanti per la qualità della vita di molti cittadini e pendolari cremaschi.”

SEGUONO AGGIORNAMENTI

© RIPRODUZIONE RISERVATA

:

© Riproduzione riservata
Commenti