Commenta

Maxi attività dei
carabinieri, ai giardini
fermato spacciatore

Maxi attività dei carabinieri nei 48 comuni del cremasco. Nella giornata di ieri sono state impegnate le dieci stazioni e i militari del Nucleo operativo e radiomobile di Crema. 16 le pattuglie impiegate nell’arco delle 24 ore. Sono state identificate 180 persone e contestate 14 contravvenzioni al codice della strada per circa 2500 euro, quattro patenti ritirate e 35 punti tolti. Oltre all’arresto di Luca H., il 29enne nomade inseguito e arrestato per una serie di furti, altre nove persone sono state indagate in stato di libertà per reati accertati in flagranza e sette i tossicodipendenti segnalati alla prefettura.

Non sono mancati sequestri di stupefacenti dopo l’arresto del 27enne di Palazzo Pignano a Bustighera, nel comune di Mediglia, eseguito dai carabinieri di San Donato Milanese che lo hanno sorpreso in possesso di qualche dose di eroina e parecchie di cocaina.
A Crema, nei giardini di piazzale delle Rimembranze, un pregiudicato di 49 anni del posto è stato trovato in possesso di una dose di hashish. La perquisizione presso la sua abitazione ha consentito il sequestro di altri 122 grammi della stessa sostanza, un bilancino elettronico di precisione, foglietti manoscritti con cifre abbinate a nomi e 375 euro provento dell’attività illecita. Un’attività che l’uomo ha giustificato a causa della mancanza di un’occupazione.

A Spino d’Adda i militari hanno controllato una Fiat con a bordo una coppia. L’uomo, un operaio di 29 anni, ha spintonato i carabinieri che  stavano contestando alla compagna 38enne di Zelo Buon Persico la guida in stato di ebbrezza. Patente ritirata, auto sequestrata e affidata all’autosoccorso. Al termine degli accertamenti il 29enne è stato denunciato per violenza a pubblico ufficiale.

A Rivolta d’Adda gli uomini dell’Arma hanno sorpreso senza patente un ventenne residente a Casirate d’Adda alla guida di un ciclomotore intestato al genitore. Il veicolo è stato sottoposto a fermo amministrativo per 30 giorni.

A Vaiano Cremasco i carabinieri di Bagnolo hanno sorpreso un disoccupato di 38 anni  residente a Presezzo, in provincia di Bergamo, senza la patente di guida. La sua auto, una  Peugeot 106, è stata sottoposta a sequestro e destinata alla confisca perché sprovvista di copertura assicurativa.

Infine a Offanengo i militari hanno sorpreso un nigeriano clandestino colpito da un decreto di espulsione. Era alla guida di una Golf intestata ad un connazionale di Verdellino. Ha esibito una  falsa patente di guida nigeriana che è stata immediatamente sequestrata. L’auto è stata sottoposta a fermo amministrativo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti