Sport
Commenta14

Albacrema: 200 atleti iscritti,
ma problemi con i campi
‘Impianti solo per società
professionistica della città’

Tutto pronto per dare il via alla stagione dell’Usd Albacrema, che quest’anno festeggia i 57 anni di attività. La società biancazzurra, che è la più longeva compagine cremasca di puro settore giovanile, è in costante crescita numerica tant’è che può ad oggi già contare su quasi duecento piccoli tesserati ed è l’unica a poter annoverare una squadra nei Campionati di fascia “A” Regionale. Numeri che rendono orgogliosi il presidente Ciro Cozzolino, affiancato dal consulente tecnico, Mimmo Tassiero, da responsabile organizzativo Pietro Dedè, dal direttore generale, Massimo Capellini e da tanti collaboratori. Dagli Allievi, ai Giovanissimi, fino ad Esordienti, Pulcini e al team dei piccolissimi, la società vanta un numero altissimo di allievi iscritti. A questi si aggiunge la scuola calcio le cui iscrizioni sono ancora aperte presso la sede della società.
Ma alla soddisfazione per l’attività della squadre, si aggiunge un problema per i dirigenti legato alla situazione degli impianti sportivi presso i quali svolgere l’attività durante l’anno. I dirigenti lamentano “la carenza di strutture messe a disposizione dall’amministrazione comunale di Crema, che ha pensato bene di riservare in uso esclusivo alla unica Società Professionistica cittadina i migliori complessi sportivi cittadini. Con notevole sforzo organizzativo ed economico, l’attività avrà svolgimento suddivisa in ben sei impianti dislocati, oltre quello Societario in via F. Donati a Crema, presso il campo Comunale Dossena di Crema e le strutture private di San Bernardino e Santo Stefano di Crema ed i campi periferici di Cremosano e Pieranica”.
Per questi motivi la società si auspica “una migliore collaborazione da parte della giunta e dell’assessorato allo Sport, quanto meno sotto forma di contribuzione economica, oltremodo necessaria per fare fronte alle notevoli spese da sostenere nella fattispecie”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti