Cronaca
Commenta

Comune, contratto
integrativo, la Cisl
non lo firma

Comune, la Cisl dice no al contratto integrativo. Nella giornata di ieri l’incontro che ha visto Cgil, Uil e Rsu siglare il contratto con il comune. Al contrario la Cisl ha detto no. A spiegare la posizione del sindaco è il segretario della Funzione pubblica del sindacato, Vincenzo Tarallo: “In tempi non sospetti la Cisl aveva segnatato come, in un momento fondamentale per il risanamento delle finanze pubbliche, fosse necessario un approccio innovativo rispetto al passato nell’organizzazione del comune di Crema. Avaeva segnalato che i comuni, ed in particolare Crema, avrebbero dovuto fronteggiare le misure di rigore in un momento in cui i bisogni delle famiglie sarebbero cresciuti”. Per questo la Cisl aveva chiesto una razionalizzazione e una riqualificazione della spesa e un’ottimizzazione delle risorse sia economiche che umane. Rioganizzazione che sarebbe in atto. Motivo per cui, come sottolineato da Tarallo, la Cisl attende di vedere gli sviluppi futuri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti