Commenta

Una settimana nella natura
Ottanta bambini al campo
del Parco del Serio

Ottanta bambini al Campo Natura del Parco del Serio. Una iniziativa che continua a piacere nonostante la ‘concorrenza’ dei grest parrocchiali, quella proposta dal Parco del Serio per i bambini dai 7 ai 12 anni. Un’esperienza nella natura, per scoprire le bellezze del territorio giocando e divertendosi. Questa settimana è stato il turno di Ricengo dove hanno preso parte bambini e ragazzi provenienti da buona parte del Cremasco. Gite, escursioni in bicicletta, attività in mezzo alla natura, e quest’anno anche i cavalli, l’animazione degli Scout-Rider e la fotografia: questi gli elementi importanti della settimana.

“Questa esperienza – spiega il presidente del Parco del Serio, Dimitri Donati, – apre la mente dei bambini e dei ragazzi e gli fa conoscere la ricchezza del nostro territorio. Scoprono così il parco e ci tornano anche con i genitori, che spesso non conoscono le bellezze della zona. Siamo soddisfatti di questi campi che sono quattro: oltre a Ricengo ci sono Casale Cremasco e due bergamaschi a Seriate e Romano di Lombardia”.

“I bambini . aggiunge il coordinatore Ivan Bonfanti – l’ultima sera mettono in scena per i genitori uno spettacolo per mostrare quello che hanno imparato. E restano fuori a dormire al campo tenda: una esperienza lontani dai genitori per una notte. Per molti è la prima volta”.

Tra i maggiori promotori dei campi nel Cremasco, il consigliere del Parco, Basilio Monaci. A coordinare i campi oltre a Bonfanti anche Emanuele Cabini. In aiuto quattro educatori professionisti e tre tutor, oltre che le guardie ecologiche volontarie e la Croce rossa milatare. Da quest’anno viene data la possibilità anche ai ragazzi di 15 o 16 anni di partecipare come aiuto educatore e di provare, volontariamente, un’esperienza con i bambini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti