Politica
Commenta

Tribunale, anche la Lega Nord
propone una legge
per rinviare la chiusura

Un’altra proposta di legge che potrebbe salvare, per ora, il tribunale di Crema della chiusura prevista per il prossimo 13 settembre. Dopo quella derivata dalle due presentate dai senatori elice Casson del Pd e dal collega Lucio Malan del Pdl in discussione nella commissione Giustizia del Senato, ecco una nuova proposta da parte della Lega Nord. Anche questa prevede una proroga dell’entrata in vigore delle disposizioni concernenti la riorganizzazione della distribuzione sul territorio degli uffici giudiziari. Primo firmatario della proposta di legge che potrebbe salvare il tribunale, il parlamentare Nicola Molteni, capogruppo in commissione Giustizia a Montecitorio per la Lega Nord. L’onerevole Molteni sarà a Crema venedì sera per discutere della questione con  il presidente dell’Ordine degli Avvocati di CremaErmete Aiello e il presidente dell’Ordine dei Commercialisti ed Esperti Contabili di Crema, Mario Tagliaferri. L’appuntamento è alle 21 nella sede della Provincia di Cremona in via Matteotti.

“La politica di revisione della geografia giudiziaria adottata dal precedente Governo – spiega Nicola Molteni – rischia di aggravare la già drammatica situazione in cui versa il sistema giudiziario. A fronte di un risparmio quasi impercettibile, infatti, ci ritroveremo a fare i conti con macro strutture, somiglianti in tutto e per tutto a veri e propri carrozzoni, che comprometteranno ulteriormente il già carente servizio della giustizia. Una situazione che potrebbe riguardare anche il Tribunale di Crema. Ecco perché ho accettato l’invito della Lega Nord di Crema per incontrare i cittadini e gli esponenti del mondo associativo cremasco per un momento di confronto”.

“Con la nostra iniziativa sollecitiamo il ministro Cancellieri – prosegue Molteni –  affinché ripristini la giustizia di prossimità, fondamentale per il buon funzionamento del sistema. Ancora una volta sono stati penalizzati gli uffici giudiziari del nord a vantaggio delle sedi del sud: siamo sempre stati favorevoli ad una razionalizzazione a patto, però, che siano utilizzati criteri di virtuosità ed efficienza, nei quali il Tribunale di Crema rientra sicuramente. Si tratta di una battaglia che in collaborazione con la collega soncinese, la senatrice Silvana Comaroli, stiamo portando avanti da tempo”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti