Cronaca
Commenta13

Parcheggio alla Buca ‘sopraelevato’
o auto sotto il San Luigi
Così si libera il centro dalle auto

Piazze senza auto e nuovi parcheggi. Il desiderio di rendere il centro città ‘auto free’ prende sempre più piede nelle file della maggioranza. Tanto che cominciano a spuntare ipotesi per reperire nuovi posti auto liberando così sia piazza Trento Trieste, desiderio mai nascosto dall’amministrazione, che piazza Premoli. Tra le possibilità discusse dalla maggioranza, quello di raddoppiare il parcheggio alla Buca. Come? Con una sorta di piano sopraelevato, a livello della strada. Ma non è l’unica ipotesi. Torna infatti di interesse anche quella di realizzare un parcheggio interrato sotto l’area del San Luigi. Ipotesi di cui si parla da anni, e che sembrava poter diventare realtà, tanto che c’erano stati pure delle interessamenti da parte di società private.

Solo due delle ipotesi tra una carrellata di opere e interventi  che sono sfilati sotto gli occhi dei rappresentanti e sostenitori della maggioranza, riuniti per tirare le fila su questo difficile bilancio. A illustrare i propri ‘desiderata’ l’assessore Fabio Bergamaschi. Proposte e ipotesi di un piano delle opere pubbliche che oltre alla questione parcheggi ha riguardato altre priorità dell’amministrazione guidata da Stefania Bonaldi.

Dalle ciclabili all’edilizia scolastica, sono stati messi in fila una serie di interventi prioritari. Prioritari per l’assessore Bergamaschi la realizzazione della scala per l’accesso da parte della scuola Folcioni al mercato Austroungarico per il quale c’è già il via libera della Sovrintendenza, oltre alla ristrutturazione della ex scuola Folcioni in piazza Aldo Moro. Un intervento che si aggira intorno alle 120mila euro. A questo si aggiunge anche un intervento alla palestra Braguti, che presenta, come rilevato qualche giorno fa, problemi di infiltrazione d’acqua. “L’edilizia scolastica – ha spiegato Bergamaschi – è tra le nostre priorità e cercheremo di trovare le risorse necessarie per realizzare gli interventi”. Tra le scuole che dovrebbero essere oggetto di interventi anche la scuola di via Curtatone e Montonara. Qui è necessario un intervento di consolidamento che avrà un costo di circa 50mila euro. Nell’elenco anche la scuola primaria di Santa Maria che necessita di coperture impermeabilizzate e quella di via Cappuccini a Sabbioni. Questi solo alcune delle proposte discusse dalla maggioranza. Viabilità, mobilità leggera e sicurezza, altri argomenti oggetto di discussione.

“Avevamo promesso una ciclabile l’anno e ci stiamo muovendo per mantenere queste promesse”, hanno infatti sottolineato sia Mario Lottaroli della Federazione della Sinistra che Alvaro Dellera di Sel e Matteo Piloni vicepresidente del consiglio comunale. “Questo in coerenza col programma elettorale”, aggiungono.

E se di ciclabili ex novo non si tratterà, certamente sarà rivista la viabilità ciclopedonale di via Piacenza Qui la ciclabile creata lungo il marciapiedi non risulta essere tra le più sicure, tanto che spesso si vedono lamentale dei cittadini in merito proprio a quella ciclabile anche sui social network. In discussione anche un rifacimento di via Kennedy, anche se l’importo dell’intervento risulta per ora essere troppo elevato: circa 250mila euro, spiegano i presenti. Quasi certo invece il rifacimento dell’incrocio tra via Mercato e via De Gasperi. Insomma una serie di interventi che però presentano tutti un unico problema: quello del finanziamento.

“Le opere – spiega l’assessore Bergamaschi – sono soggette alle alienazioni. Senza quelle sarà difficile portare a termine gran parte degli interventi”.  A questo proposito proprio la scorsa settimana la giunta ha messo in vendita l’edificio Ex Aci di via Stazione. La base d’asta è di 355mila euro. E pare ci siano già degli interessi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti