Cronaca
Commenta1

Aree verdi in adozione,
scommessa vinta:
risparmio di 25mila euro

Aiuole, giardini, parchi si rifaranno il look. E questo grazie ai commercianti e alla associazioni del terzo settore che hanno teso la mano al comune che, dopo la negativa esperienza dello scorso anno, quanto per la mancanza di risorse ha avuto difficoltà nella gestione delle aree verdi, aveva lanciato l’appello alla città. Una scommessa vinta. Così l’assessore Fabio Bergamaschi, ha voluto definire la grande risposta avuta dai commercianti e dalle associazioni. In quindici hanno, infatti, risposto alla chiamata e si sono messi a disposizione per curare alcune zone della città. A valutare le offerte il geometra Daniele Maggioni, la responsabile dell’Urp, Claudia Bonomi e il responsabile dell’ufficio pubblicità, Mario Ficarelli.

“Le difficoltà di bilancio che sono emerse lo scorso anno sono risapute, le risorse a disposizione dal 2009 al 2012 si sono praticamente dimezzate da 754mila euro a 344mila. E per questo l’amministrazione ha cercato di mettere in atto una sorta di partenariato tra il pubblico, il privato ed il terzo settore che permetterà un risparmio di 25mila euro”.

GLI SPONSOR

A rispondere l’associazione culturale Olimpia che insieme al Bar Gallery e a For Men si prenderà cura delle aiuole antistanti l’ex scuola Folcioni, l’associazione Libera Artigiani Cremaschi che curerà le due rotatorie di via Bramante. Poi la trattoria Stati Uniti che renderà migliori le aiuole di fronte alla propria attività in via Enrico Martini, la Bufala Boutique che ha scelto di occuparsi di grandi aree come il rondò di via Milano, la rotatoria di San Bernardino, due aiuole in via Cadorna e due aiuole in piazza Marconi. L’aiuola di piazzale Rimembranze, quella a fianco alla fontana, sarà curata dal Comitato Carnevale Cremasco, mentre quelle di piazza Martiri della Libertà dalla Crema Diesel. Il Fiore del Moso che si occupa di apicoltura curerà le aiuole di via Crispi posizionando anche delle simulazioni di arnie, l’impresa Ghisetti Costruzioni poterà gli alberi di Palazzo Benzoni. Il signor Rosvaldo Ladina curerà l’aiuola di via Vailati, mentre i chiostri del San Domenico saranno tenuti in ordine dai ragazzi della cooperativa Koala. Oltre a queste aziende ci sono anche l’associazione Autonoma Artigiani Cremaschi che contribuirà con mille euro, le Farmacie municipali con 5mila euro e il Billa con 1.500 euro. “Un atto doveroso, è stato il commento di Luigi Pisati presidente del Carnevale, “L’idea ci ha subito piaciuta”, ha commentato Baroni dell’Autonoma Artigiani. “Un aiuto al sistema per sorreggersi”, ha detto Massari di Bufala Boutique. Da sottolineare l’importante esperienza della cooperativa Koala che si occupa di persone con disagio psichico che si sono messe a disposizione per gestire i chiostri del San Domenico. La cooperativa che ha sede a Moscazzano offre differenti sbocchi lavorativi alle persone che hanno incontrato difficoltà e che ora stanno cercando di reinserirsi nella quotidianità. Tra queste un pastificio, “Farina del nostro sacco” e attivitià di giardinaggio con un orto biologico, la gestione di un mini-golf e ora la “rimessa a nuovo” di un bosco a Moscazzano. Tra le associazioni continua la collaborazione con i Pantelù che dallo scorso anno gestiscono il parco di via Senigalia, mentre il Campo di Marte sarà dato in gestione alle associazioni d’arma e agli Alpini. In ogni aiuola o zona in adozione verrà apposti cartelli pubblicitari dei gestori.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti