Cronaca
Commenta

Lutto nel sindacato,
è morto all’improvviso
Antonio Cavestro della Fillea Cgil

Antonio Cavestro, terzo da sinistra, durante un presidio al cantiere Paullese

Antonio Cavestro

Lutto nella Cgil, un infarto ha portato via Antonio Cavestro, ex sindacalista della Fillea Cgil. Cavestro, in pensione da gennaio, era stato negli ultimi anni, attivo nel sindacato degli edili seguendo passo passo vertenze anche nel Cremasco, come quella relativa al cantiere della Paullese oppure quella dell’Arespan Brocca. Antonio Cavestro, 56 anni, si è spento stamattina. A trovarlo senza vita sulla poltrona di casa la moglie. Originario di Codogno, ora viveva con la moglie Marilena e i figli Arianna e Lorenzo a Pizzighettone. Dopo aver lavorato per anni nella case di riposo della zona era passato al sindacato prima nella Fp Cgil poi nella Fillae Cgil. Per anni era stato segretario dei Democratici di Sinistra di Pizzighettone. “Una tragedia inaspettata – commenta commosso Cesare Pavesi, amico e collega di Cavestro – questa mattina doveva accompagnare un nuovo sindacalista in una azienda e fare una sorta di passaggio di consegne. Non si è presentato, abbiamo chiamato a casa e la moglie ci ha detto. Dalla funzione pubblica era passato all’edile, un mondo sconosciuto per lui, ma si era da subito impegnato e appreso il lavoro un modo esemplare. Si è rivelato all’altezza del compito perchè conosceva bene la materia” Cavesto era attivo nel volontariato e colonna portante dell’Università popolare. A Pizzighettone si stanno recando tutti i vertici provinciale e regionali del sindacato. Il funerali lunedì mattina alle 10.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti