Ultim'ora
Commenta

Studenti cremaschi
eccellenti: a Crema i migliori
della Lombardia

Nella foto, di repertorio, studenti fuori dall’Istituto Stanga di Crema

“Mi fa piacere aver scoperto, nel 1° Rapporto sulla Qualità nelle scuole della Lombardia, realizzato da Tuttoscuola, che  la città Crema  si trova al primo posto  nella macroarea 4 , quella relativa ai risultati scolastici, rispetto a 68 Comuni lombardi presi in esame.  Le nostre scuole,  sebbene vadano migliorate in alcuni aspetti come le risorse  e le strutture, altro indicatore valutato dal Rapporto, da  un punto di vista dei risultati,  ovvero dell’apprendimento finale, sono eccellenti. Ne dobbiamo essere fieri. Significa la  promessa di un futuro migliore per i nostri giovani”.

Così il sindaco, Stefania Bonaldi, che detiene la delega all’Istruzione,  commenta il 1° Rapporto sulla Qualità nella Scuola in Lombardia che analizza, con dati aggiornati al 2012, lo stato di salute del sistema  di istruzione della più importante e popolosa  Regione d’Italia.

Per la prima volta viene elaborata una classifica dei principali Comuni  (selezionati 68  Comuni lombardi con più di 20.000 abitanti) con centinaia di indicatori che permettono , grazie all ‘ elaborazione di migliaia di   dati, di offrire una fotografia  e una graduatoria del sistema scolastico lombardo.

4 le macroaree in  cui è stata suddivisa la graduatoria.

MACROAREA 1 – STRUTTURE E RISORSE (Patrimonio delle istituzioni scolastiche, Spese per l’istruzione dei Comuni, Amministrazioni provinciali, Tecnologie didattiche)

MACROAREA 2 – ORGANIZZAZIONE E SERVIZI ( Alunni per classe, Servizi di supporto all’attività didattica, Tempo scuola, Contenimento spesa libri di testo)

MACROAREA 3  – CONDIZIONI DEL PERSONALE (Assenze del personale scolastico, Genere ed età del personale docente, Stato di precarietà del personale, Continuità e stabilità dei docenti)

MACROAREA 4  – RISULTATI SCOLASTICI (Dispersione scolastica, Livelli di

apprendimento, Esiti degli scrutini finali ed esami,  Diplomati)

I risultati finali dipendono dall’intreccio dei dati di tutte e quattro le macroaree di

riferimento, ognuna delle quali sottende dei precisi indicatori. Lombardia promossa a pieni voti. Dai risultati del Rapporto si evince che la  Lombardia si  conferma sopra la media italiana di tutte le Regioni con  591,38 punti contro una media

nazionale di 576,58. Tra le Province Lombarde Lodi si colloca al primo posto, Cremona al quarto. Tra i Comuni il podio della classifica va al Comune di Cassano  Magnago, (VA),  Crema è al 16° posto.  Non male su 68 Comuni.

Ma il dato su cui eccelle la città di Crema è quello della macroarea 4, relativa ai risultati  scolastici. Crema è in cima  alla classifica con 707 punti su una media che si attesta a  624. Ciò significa che i nostri alunni  sono i migliori  nei voti di maturità  e  che la  dispersione scolastica, nella nostra città, è molto bassa. Un riconoscimento di tutto rispetto  se pensiamo che, in genere, gli insegnanti lombardi risultano più severi rispetto alla media  nazionale, abituati a dare voti più bassi. In questa macroarea 4 la Lombardia è infatti al di sotto della media nazionale.  Spiccano, a maggior ragione, la città di Crema e quella di Cremona, al primo e al secondo posto.

Rimanendo all’interno  della macroarea 4  va detto che, tra le province lombarde, la provincia di Cremona è prima in classifica seguita da Sondrio, Lecco, Lodi.

“Da un’analisi approfondita del Rapporto, – conclude il sindaco Stefania Bonaldi, – emerge innanzitutto che le scuole  sembrano funzionare meglio nei Comuni piccoli rispetto alle grandi città. Pensiamo a Milano che si colloca dopo  Crema, al 18° posto. Ritengo inoltre questo Rapporto realizzato da Tuttoscuola rappresenti  un ottimo strumento per gli  amministratori cittadini e per gli operatori scolastici al fine di  valutare il grado di offerta del  nostro sistema scolastico. Si può ad esempio capire  in cosa funziona meglio la nostra  scuola e in cosa meno  e indirizzare le risorse e le energie negli ambiti dove è possibile un  miglioramento”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti