Commenta

Il Videoton riparte
dal successo casalingo
con il Malgrate

Nonostante le assenze importanti di De Freitas e Marazzi la formazione di  Valente piega non senza problemi i biancoazzurri di Lecco e mantiene il  contatto con la capolista Saints Pagnano in vista del big match di martedì sera  contro Pavia. Se guardando la classifica alla 16° giornata quello con il Malgrate poteva  sembrare un appuntamento facile in realtà il successo dei cremaschi è stato  agguantato con tutta la determinazione necessaria. Lo stop subito la scorsa  settimana ed il conseguente sorpasso inflitto dal Saints Pagnano a tempo quasi  scaduto avrebbe potuto condizionare non poco la prestazione dei cremaschi, alla  luce, inoltre, di una crescita importante degli ospiti capitanati da Olivieri,  capaci di fermare nelle ultime due giornate l’Aurora Milano e sconfiggere il  quadratissimo Bellinzago. Il successo per 3 a 1 si è rivelato quindi tutt’altro che scontato ma una  ottima iniezione di fiducia per ripartire alla caccia dell’obiettivo fissato a  quota  40 punti il prima possibile. Nella fredda notte di venerdì la palestra di via Toffetti ha regalato una  buona cornice di pubblico e soprattutto un Notarbartolo scatenato. Sua la rete  d’apertura, con la quale il giocatore cremasco ha concretizzato il possesso  palla e la pressione dei locali per tutto il primo quarto d’ora di gioco. Il  Malgrate di contro ha faticato a costruire azioni incisive e Mondora si è  limitato ad amministrare la routine della porta meno battuta del campionato da  tre anni a questa parte. Il tentativo di riequilibrare l’incontro da parte degli ospiti è disordinato e  Santabarbara dopo pochi minuti dall’1 a 0 mette a segno il raddoppio sfruttando  una incertezza del giovane Rizzo e ipnotizzando prima Pagani in uscita e poi  facendo secco Pinto sorprendendolo con un tiro teso sotto le gambe. Il primo tempo non regala altre emozioni ed il vantaggio dei rossoblu pare  così più che legittimo. Nella ripresa il Malgrate non cade nell’errore di  affrontare l’avversario a viso aperto ma attende nella propria metà campo  pronto a sfruttare le ripartenze di Rizzo e del sudamericano Da Silva. Il  Videoton tuttavia non approfitta delle porzioni di campo lasciate libere dai  lecchesi e via via allentano la pressione dando la possibilità al Malgrate di  avanzare. La seconda metà della ripresa denota inoltre un notevole calo della  lucidità dei cremaschi, già riscontrata solo sette giorni prima a Merate e la  conseguente iniziativa che passa in mano agli ospiti. Il Malgrate si fa così sempre più pericoloso e al minuto 46 accorcia le  distanze proprio grazie ad una prodezza del suo capitano. Olivieri è bravo a  difendere palla sull’out sinistro e battere Mondora con un tiro teso sotto l’ incrocio dei pali. Il ritmo del match si alza improvvisamente ed i lecchesi in più di una  occasione rischiano il colpaccio fermati solo dalle manone di Mondora ma in  pieno tempo di recupero devono abbandonare ogni velleità in quanto un  contropiede innescato da Notarbartolo fa giungere sui piedi di un generosissimo  Santabarbara lanciato in coast to coast sino alla linea di porta avversaria, il  più classico dei palloni per il tap in del 3 a 1 definitivo. Il Videoton mette così in cascina punti preziosi e non perde il contatto con  il gruppo di testa in una giornata nella quale tutte le big fanno bottino  pieno. Ma a Crema, fra tre giorni, è in scena un altro test fondamentale per la  corsa dei rossoblu, ovvero il recupero che li vedrà impegnati contro l’attacco  atomico del Pavia di Mario Milito, distaccato di un solo punto. Per questo motivo i ragazzi di Patron Severgnini avranno bisogno di tutto il  sostegno possibile che la palestra Donati saprà dargli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti