Cronaca
Commenta

Spino d’Adda,
furgone dato alle fiamme
Indagano i carabinieri

Furgone dato alle fiamme nella notte a Spino d’Adda. Non si conoscono ancora i motivi per cui qualcuno, utilizzando anche un accelerante, abbia dato fuoco al mezzo di proprietà di un egiziano che attualmente si trova in carcere. L’uomo, proprietario di una panetteria a Spino d’Adda, chiusa dal 2010, cioè da quando è stato arrestato, si trova agli arresti perché accusato di estorsione con colpi di arma da fuoco e incendi, denaro e commesse ad imprenditori della Brianza. Solo l’intervento dei vigili del fuoco ha impedito che il furgone prendesse completamente fuoco. Alla base del gesto, secondo i carabinieri, non ci dovrebbe essere un tentativo di estorsione, in quanto il furgone è abbandonato da tempo. Forse a dare fuoco al veicolo potrebbe essere stato qualcuno stanco di vederlo parcheggiato a Spino d’Adda, una persona che anziché chiederne la rimozione avrebbe pensato di incendiare il mezzo. Indagano i carabinieri di Pandino.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti