Sport
Commenta

La Reima supera l’Olbia
e interrompe in trend negativo
dopo 10 sconfitte

La Reima Crema supera Olbia 3-1 e ritorna al successo, interrompendo una striscia negativa di dieci sconfitte. I blues non vincevano dalla prima giornata. Archiviata la settimana più lunga e turbolenta della storia recente, culminata con le dimissioni di Vittorio Verderio e l’arrivo del nuovo tecnico Marco Gazzotti, i blues conquistano tre punti importanti in chiave salvezza. Nelle battute iniziali l’incontro è molto teso: gli ospiti chiudono con Caci chiudono in vantaggio il primo tempo tecnico (7-8) ma un servizio vincente di Corti permette ai padroni di casa, sostenuti a gran voce dai Wild Kaos, di pareggiare sul 13-13. Un altro ace dell’opposto cremasco fa scattare la sirena del secondo tempo tecnico, la Reima ha in mano il set e con il capitano Egeste porta a quattro il distacco sugli avversari. Olbia, con un mini break di tre ad uno, prova a rientrare ma Mazzonelli e Corti permettono a Crema di chiudere il parziale a proprio favore (25-21). Crema parte bene nel secondo set (5-2 con Faccioli) ma il fuoco si spegne abbastanza presto, i sardi di Fortunati si portano in vantaggio (7-8); Bigarelli griffa il pareggio, ma Olbia da una forte sterzata. Non basta un impeccabile Corti mentre nel finale Silva subentra a Bonizzoni. Caci regala il ventiquattresimo punto agli ospiti, Crema annulla un set point ma un errore in battuta di Mazzonelli permette ad Olbia di pareggiare (18-25). Il terzo set è stato un continuo rincorrersi: Bonizzoni mette a terra il pallone del 12-11 ma gli ospiti infilano un break di tre a zero. Nel momento di difficoltà sale in cattedra Corti, protagonista della rimonta e del sorpasso cremasco (16-15), Olbia, tuttavia, non molla la presa (21-20). Nel finale Bigarelli ed un muro di Faccioli permettono alla Reima di chiudere. Il vantaggio carica i ragazzi di Gazzotti che nel quarto set travolgono gli ospiti sino al 20-9; Olbia tenta l’ultimo assalto, 23-16, ma alla fine Corti chiude con un potentissimo attacco chiude l’incontro. Tre punti fondamentali da parte della Reima che ora può vedere l’orizzonte del campionato con maggiore serenità. Domenica prossima, tuttavia, a Cisano Bergamasco sarà vietato sbagliare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti