9 Commenti

Studente minacciato
con un coltello e
derubato dell’iPhone

Rapina, giovedì 27 dicembre verso le 23,30, ai danni di uno studente di 14 anni residente in un paese del cremasco. Il giovane era a piedi e stava transitando per via Crispi, poco distante dal “Campo di Marte”. Improvvisamente è stato avvicinato tre ragazzi vestiti di scuro che, dopo avergli puntato un coltello, si sono fatti consegnare l’IPhone e il portafogli contenente documenti personali e pochi spiccioli. La vittima, una volta sola, ha raggiunto la propria abitazione e, visibilmente sconvolta, ha raccontato la brutta avventura al padre. E’ stato quest’ultimo ha chiamare i carabinieri che hanno immediatamente avviato le ricerche degli autori della rapina, per il momento con esito negativo. I militari hanno sentito anche la testimonianza del ragazzo che ha fornito una sommaria descrizione dei rapinatori, molto probabilmente stranieri. Le indagini sono in corso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Lollo

    Caro Roberto mi sa che ha letto i giornali in questi giorni di vacanza e ha preso esempio dal parroco di Lerici! E’ colpa del ragazzo se e’ stato derubato, girava con il portafogli, il telefonino ed era fuori casa alle 23,45! Ha provocato i ladri, la colpa e’ sua e quindi andra’ lui punito e i delinquenti osannati!!!!

    • Roberto

      Chi usa l’organo che sta dentro il cranio puó rileggere il mio intervento che non accusava certo la vittima ma suggeriva un modo per sapere dov’è il cellulare e quindi chi glielo ha sottratto. Quanto all’esempio di Bolzano invito il lettore a interessarsi sulle ben diverse condizioni delle città che godono di un regime fiscale agevolato (Bolzano è provincia autonoma buona parte delle tasse rimangono agli e ti locali) e se vogliamo dirla tutta, Bolzano e l’AltoAdige hanno anche una popolazione piu civile e rispettosa delle norme e della propria città (nessuno getta le cartacce per terra o rovina i muri e i ben pubblici come avviene dalle nostre parti)

  • Mia

    Perche’ nella ricca Bolzano, si fatica a vedere un nullafacente in giro per la citta’, polizia municipale ben dotata e costantemente presente in tutte le aree del territorio, pulizia delle strade fantastica, parchi illuminati e sicurezza sicurezza! Ma Bolzano da chi e’ amministrata? Agazzi dovrebbe coinvolgere tutti i cittadini, sbaglia a fare la prima donna!

  • Non mi si tiri in ballo. Sindaco e Giunta semplicemente agiscano. Il problema non e’ ascoltare il Cons. Agazzi ma le segnalazioni dei cittadini, che non sono mancate negli incontri di quartiere, a San Carlo, a Crema Nuova, a Santo Stefano, e sono state spontanee. Il Sindaco sembra aver iniziato a correggere il tiro, ha compreso che il problema e’ sentito dalla gente. La Sua Maggioranza fatica di piu’ a guardare in faccia la realta’, per ragioni ideologiche, ma prima o poi sara’ costretta a farlo se non vorra’ ampliare il distacco con il sentire dei cittadini…

    • Roberto

      Cons. Agazzi, i consiglieri sono 24, dato che lei e l’unico che solleva un polverone ad ogni episodio riportato dalla stampa e quando era presidente del Consiglio comunale non mi pare che intervenisse su ogni episodio di microcriminalità con la stessa enfasi, possiamo dire che adesso e molto più attento di prima su queste tematiche (su altre con meno copertura mediatica di sicuro la sua attenzione e più blanda…)

  • Mia

    In sei mesi Crema e’ diventata peggio del Bronx! Teniamoli tutti qua, sindaco e assessori svegliatevi, con voi sono arrivati tutti i piu’ bravi delinquenti! Grazie

    • robertof

      Gent. sig.ra Mia, sono proprio quelle come la sua le posizioni inutilmente polemiche e faziose che inducono i sostenitori della nuova Giunta a reagire: cosa c’entra la Bonaldi con i delinquenti italiani e stranieri che naturalmente c’erano anche prima della nuova Giunta? Il cons. Agazzi che non si fa scappare nessuna occasione per sollevare il tema sicurezza dirà ora che si poteva prevenire… che cosa? Via Crispi è illuminata, è in zona centrale e residenziale, assai frequentata (vedi Campo di Marte), c’è una presenza sociale forte (scuole, ecc.), quindi cosa potrebbe fare una Giunta? Far accompagnare ogni minorenne proprietario di un iphone da un vigile urbano? Piuttosto il ragazzo vittima del furto (azione odiosa, ovviamente), sa che l’iphone ha un meccanismo di protezione per cui si può sapere esattamente dov’è e disabilitarlo in qualunque momento?

      • Mara

        Adesso e’ colpa del ragazzo che porta con se il mitico telefonino! L’ideologia di questa amministrazione sta portando una bellissima citta’ sull’orlo del baratro, chi ha a cuore Crema si mobiliti e tutti facciamo qualcosa!

    • M.M

      Sappiamo tutti che non è un problema di sindaco e assessori. Non sono loro che fanno le leggi. Il problema è che ci facciamo mettere i piedi in testa da 4 baluba. 2 calci nel sedere e tornano in nordafrica a spalare sabbia