Sport
Commenta

Giornata nera
per l’Erogasmet
sconfitta a Cittadella

Dopo dieci giornate che hanno sempre visto l’Erogasmet su livelli di eccellenza, anche in qualche sconfitta, è arrivata la classica giornata storta, come ci si poteva purtroppo attendere al termine di un ciclo di partite disputate sempre col coltello tra i denti a causa dell’esiguità della rosa a disposizione di coach Galli. Nonostante il solito grande Anzivino, la stanchezza prima ancora degli avversari ha sconfitto i biancorossi, che dopo il primo quarto non hanno mai trovato sufficienti percentuali di realizzazione al tiro. All’inizio Bianchi e Cardellini spingono avanti Crema, ma Cittadella torna in parità con Tosetto e Sabbadini. L’Erogasmet riesce comunque a terminare la frazione avanti di sei punti, sul 25 a 19. La situazione si ribalta però in pochi minuti a causa di un parziale di 10 a zero messo a segno dai padroni di casa, che vanno al riposo avanti per 37 a 30.

Tosetto sbaglia pochissimo in attacco e tiene bene in difesa su Denti, mentre Crema paga la pessima serata al tiro di Bianchi, che terminerà con un 3 su 14 dal campo. L’asse playmaker-pivot funziona a meraviglia per i padroni di casa, che trovano nella ripresa l’apporto di un ottimo Cominato, decisivo nel momento in cui l’Erogasmet si riporta a -3. Crema non si arrende e due libero di un positivo Ferri consentono agli ospiti di riportarsi a -2, ma l’uscita per falli di Bianchi e la precisione dei veneti che non sbagliano un attacco costringono l’Erogasmet alla resa. Quattro giocatori con un minutaggio oltre i 30 minuti danno l’idea del prezzo che la formazione di Galli sta pagando agli infortuni di Tagliaferri, Carlo Bianchi e Chiari. Dopo la sosta si valuteranno le condizioni degli ultimi due, nella speranza che alla ripresa delle operazioni le pile in casa cremasca siano un po’ più cariche. Sarebbe un peccato accumulare svantaggio in classifica per un formazione  che a pieno organico ha dimostrato di potersi battere alla pari con tutti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti