9 Commenti

Non nevica più
L’emergenza è
sotto controllo

Un’immagine della nevicata di questa mattina

AGGIORNAMENTO ORE 17.00 – Emergenza neve rientrata. Ormai non nevica più da un paio d’ore e la situazione è sotto controllo. A confermarlo l’assessore Fabio Bergamaschi, che ammette i disagi, soprattutto in mattinata, dovuti all’accavallarsi del traffico di persone dirette al lavoro con i mezzi per spazzare le strade. «Il momento critico è stato all’alba. Nonostante i mezzi con le lame fossero in circolazione dalle 5, il traffico e la neve hanno creato un poco di disagi, ma nel complesso mi sembra che l’emergenza sia andata bene. Certo tutto si può perfezionare e me ne sono reso conto durante i vari sopralluoghi che ho fatto col geometra Maggioni. Ci sono – spiega – alcune vie che dovrebbero, seppure non essendo principali, avere la priorità. Un esempio: via Zaninelli che è una via a senso unico che finisce con una salita: è una di quelle strade che dovrebbe essere inserita tra le priorità». Qualche piccolo accorgimento quindi, ma nel complesso secondo l’amministrazione la situazione era piuttosto sotto controllo.

ORE 12.00 – La neve continua a scendere. Sono ormai più di dodici ore che il Cremasco è imbiancato con gli inevitabili disagi alla circolazione. La precipitazione è ininterrotta da giovedì sera alle 22. Nella mattinata di oggi grandi difficoltà nella circolazione, specialmente sulle strade provinciali percorribili a 3o chilometri l’ora. Inevitabili le lamentele dei cittadini, ma difficili sotto questa neve ininterrotta anche le operazioni di pulizia della strade. Già da ieri alle 13 i mezzi spargisale, in previsione della nevicata si sono, mossi mentre gli operatori di Scs Gestione hanno iniziato alle 3 della notte tra giovedì e venerdì le operazioni di pulizia. Scs Gestioni, che da ieri  impegna 55 operatori per lo spazzamento manuale e tramite mezzi e sette tecnici. A disposizione 20 lame-trattori per la pulizia delle strade e tre per la pulizia delle piste ciclabili, otto spargisale per le strade e due per le piste ciclabili, che hanno sparso già 500 tonnellate di sale e due “sparaneve” manuali per marciapiedi e vicoli stretti.

Ma nonostante la tempestività, l’efficacia del piano neve, dipende, come sottolinea Scs Gestioni e Comune, anche e  soprattutto dalla collaborazione e dal senso di responsabilità dei cittadini.

COSA DEVONO FARE COMUNE E SCS

Il Piano Neve predisposto e approvato dal Comune di Crema si articola in tre fasi:
Prima della nevicata: quando le previsioni meteo annunciano possibili nevicate sul nostro territorio, vengono posti in stato di allerta gli uffici del Comune, della Protezione Civile, di SCS Gestioni e vengono attivati i mezzi spargi-sale per la salatura e/o sabbiatura delle strade, delle piste ciclabili nonché dei marciapiedi prospicenti edifici e proprietà pubbliche.

Durante la nevicata: in caso di nevicate intense e prolungate viene attivato il servizio di sgombero neve che, dopo un primo passaggio su tutte le strade cittadine, si concentra sulla viabilità principale per garantire gli spostamenti in città e per garantire l’accessibilità ai parcheggi pubblici, ai piazzali dei cimiteri, agli ingressi delle scuole e dell’ospedal. Ad emergenza rientrata si dà seguito alla sgombro neve dalla viabilità secondaria e di quartiere. In questa fase, il Piano prevede inoltre che ci si occupi del controllo dei pericoli derivanti dai crolli per l´accumulo di neve sui tetti e sui rami o da alberi pericolanti, dell´eventuale chiusura delle scuole, dell´aiuto ai cittadini in difficoltà (malati, anziani o disabili).

Dopo la nevicata: passata la nevicata, il Piano si articola in due fasi: il proseguimento delle attività di sgombero neve e il rientro in azione dei mezzi spargi-sale per evitare il pericolo dalla possibile formazione di ghiaccio.

CHE COSA DEVONO FARE I CITTADINI

Sgomberare dalla neve i marciapiedi antistanti il proprio passo carraio e il proprio accesso privato, sia esso di abitazione, ufficio o esercizio commerciale. Come da ordinanza del Sindaco i proprietari/amministratori degli immobili devono provvedere a sgomberare dalla neve il marciapiede che corre lungo il fronte di tutto l´immobile

Accumulare la neve a bordo marciapiede in modo che non invada la carreggiata, non ostacoli i pedoni e non ostruisca gli scarichi e i pozzetti stradali

Utilizzare l´automobile solo in caso di assoluta necessità e utilizzare le catene se è necessario

Non parcheggiare la propria auto, se possibile, su strade e aree pubbliche; ricoverarla in aree private e garage per agevolare il lavoro di sgombero nevRitirare i rifiuti in casa qualora il servizio di raccolta rifiuti venga sospeso

NON GARANTITA LA RACCOLTA DEI RIFIUTI

A causa dell’intensa nevicata e dell’impossibilità dei mezzi ad accedere in prossimità degli ingressi delle abitazioni, non è garantita la raccolta dei rifiuti per le tipologie in calendario per la giornata odierna in tutti i Comuni serviti.   I cittadini sono invitati a non esporre i propri rifiuti e a ritirarli in casa qualora precedentemente esposti. Eventuali recuperi saranno tempestivamente comunicati. Restano chiuse anche le piattaforme per la raccolta differenziata gestite da Scse ubicate a Crema, Bagnolo Cremasco, Castelleone, Montodine, Offanengo, Pandino e Soncino.

Gli uffici di Scs nel frattempo, stanno ricevendo e registrando ogni richiesta di intervento, che viene immediatamente inoltrata ai responsabili aziendali che stanno seguendo, da ieri pomeriggio senza interruzioni, gli operatori delle “lame” e dello spazzamento manuale e gli operatori che stanno spargendo il sale.

 

© Riproduzione riservata
Commenti

Direttore
Mario Silla
direttore@cremonaoggi.it

Redazione
via Bastida 16 – 26100 Cremona
redazione@cremaoggi.it

Telefono Centralino
0372 8056

Telefono redazione
0372 805674/805675/805666
Fax 0372 080169

Pubblicità
Tel 0372 8056
pubbli@cremonaoggi.it

Ed. UNOMEDIA srl, via Rosario 19, Cremona Direttore Responsabile Mario Silla.
Iscritto nel pubblico registro presso il Tribunale di Cremona al numero 461 dal 29 aprile 2011

Created by Dueper Design